A- A+
Milano
Centrodestra, Gelmini: "Non facciamo errore di Renzi, serve coalizione"

"Nella fase politica attuale il centrodestra non deve fare l'errore che ha fatto Renzi, quello dell'uomo solo al comando. Oggi concentrare il consenso su un uomo bandiera non è utile al Paese. Vince chi può contare su una coalizione capace di interpretare e di rivolgersi a tutte le sue componenti e anche oltre". Lo sostiene Mariastella Gelmini, coordinatrice lombarda di Forza Italia, che spiega come "L'uomo solo come Renzi vince, ma poi cade. Il Presidente Berlusconi ha parlato di contenitore, un termine che esprime la volontà di unire. Quello che conta è la sostanza: il concetto di una coalizione di tutte le forze del centrodestra è quello vincente, a partire dalla sfida per Milano l'anno prossimo. Certo che non è una formula magica: è un percorso necessario, a tratti faticoso proprio perché vero e non costruito a tavolino. Da sempre dico che l'unità è la via maestra".
 

Tags:
mariastella gelminicentrodestraforza italiasilvio berlusconimatteo renzi







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.