A- A+
Milano
Coro di sì a Del Debbio sindaco. Forza Italia ci sta. E la Lega...

di Fabio Massa

Sì, Paolo Del Debbio è quello giusto. Per le comunali del 2016 è il nome che può far vincere il centrodestra e terrorizzare (lo sta già facendo) il centrosinistra. La dichiarazione del volto televisivo ma anche dell’ex assessore milanese, è arrivata un po’ così, come una voce dal sen fuggita, durante la presentazione di un libro. E invece, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it, pare che i suoi fedelissimi ci stiano lavorando sul serio da giorni. Una candidatura che galvanizza il centrodestra e un po’ atterrisce il centrosinistra, alle prese con il caso delle dimissioni del vicesindaco (e contorno di polemiche). Un centrodestra che, per bocca dello stesso Del Debbio, dovrebbe fare le primarie. Ora, Giulio Gallera, il candidato in pectore azzurro, ad Affaritaliani.it prosegue su questa linea: “Sicuramente quella di Del Debbio di voler giocare questa partita è un’ottima idea - commenta Gallera - Finalmente qualcuno ci vuole mettere la faccia come me, e lo vuole fare in un’ottica di primarie. Ecco, se c’è da correre io ci sono. Ho battuto i quartieri palmo a palmo, ho ascoltato la città, ho sentito le imprese, le start up, tutti i comparti produttivi. Questo bagaglio può essere messo al servizio di una bella gara. Sento il dovere di mettermi a disposizione, in una sfida non contro Del Debbio ma magari al fianco di Del Debbio. Tra l’altro siamo stati in giunta insieme, abbiamo anche condiviso alcune deleghe”. La coordinatrice di Forza Italia Mariastella Gelmini usa parole di miele per il volto televisivo (nonché ex politico milanese). Spiega ad Affari: “Paolo sarebbe un candidato eccellente. Conosce Milano partendo dalle periferie e non dai salotti. Sarebbe un ottimo candidato popolare, e sicuramente avrebbe l’appoggio di Forza Italia”. Una vera e propria investitura.

Anche Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda, non chiude. Anzi, ad Affari spiega: “Intendiamoci, noi preferiamo di certo un candidato sindaco della Lega Nord. Però per Del Debbio ho la massima stima e il massimo rispetto. E’ un buon candidato - dice - Certo, poi quello che nessuno dice è che l’anno prossimo si va a votare a Milano ma c’è una scacchiera più ampia. Se per ipotesi dovessimo ottenere il sindaco di Milano, nell’ottica di un accordo, ma dovessimo perdere tanti comuni della Lombardia, c’è una valutazione da fare. Bisogna valutare i concambi. Votano anche Varese, Busto, Gallarate. Tanto per dirne alcuni. Difficilmente nella stessa provincia possiamo portare a casa tre candidati, a meno che…” Ecco, a meno che. A meno che Milano non vada a Forza Italia, che pare proprio che il suo candidato l’abbia trovato. Ora bisogna vedere se la contraerea (c’è sempre, quando qualcuno spicca il volo) riuscirà oppure no a tirare giù il nome appena decollato.

@FabioAMassa

Tags:
paolo del debbiomariastella gelminigiulio gallerapaolo grimoldi







A2A
A2A
i blog di affari
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Il Green pass crea una categoria di cittadini di seconda classe
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il redditometro viola i diritti dell'uomo: la denuncia di PIN


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.