A- A+
Milano

Anche quest'anno si alza il sipario alla "Scala della Solidarietà". La vendita dei biglietti della Prima del 7 dicembre scorso riservati all'Amministrazione comunale ha permesso di raccogliere 184.363,91 euro che sono stati destinati a 4 progetti sociali. "I cittadini milanesi - spiega un comunicato di palazzo Marino - ancora una volta si sono mostrati con il tradizionale 'coeur in man'. Quello che nel 2011 sembrava un'iniziativa straordinaria è già diventata la normalità, ovvero sfruttare ciò che potrebbe essere visto come un privilegio per rimetterlo a disposizione di chi ha più bisogno. Grazie quindi alla generosità di chi ha comprato il proprio biglietto per assistere al Lohengrin diretto al Piermarini da Daniel Barenboim, è stato possibile finanziare un progetto musicale, dare un contributo al tema dell'emergenza abitativa, sostenere l'attività di rifornimento pasti e dare un aiuto concreto per apportare migliorie nella Casa circondariale di San Vittore. In particolare sono stati versati 35mila euro alla Filarmonica della Scala per il progetto Sound Music, che ha l'obiettivo di avvicinare i bambini delle scuole di periferia alla musica classica. 54mila euro sono stati destinati alla Fondazione Progetto Arca Onlus, per la realizzazione del Pensionato Sociale per famiglie povere che sorgerà in via Aldini. All'Associazione Pane Quotidiano Onlus il Comune ha deciso di destinare 36mila euro per il rifornimento di pasti e l'implemento di attività sanitaria svolta oggi nelle strutture di Viale Toscana. Infine, sono stati destinati 59.363,91 euro all'acquisto di materiali per la manutenzione di celle, bagni e per migliorare gli spazi comuni all'interno del carcere di San Vittore".

"Ancora una volta - ha dichiarato il Sindaco Giuliano Pisapia - la Scala della Solidarietà, grazie alla sobrietà di questa Amministrazione e alla concretezza dei milanesi, ha permesso di dare risposte alle necessità dei più deboli, di contribuire alla buona riuscita di progetti educativi. Un'iniziativa diventata ormai prassi consolidata che ci rende orgogliosi delle scelte fatte". A distanza di dodici mesi il Comune di Milano ha seguito e monitorato anche ciò che è stato fatto grazie ai contributi dell'anno precedente. Il ricavato era stato destinato a un'Associazione per un progetto legato all'emergenza abitativa a Milano e al Comune ligure di Borghetto di Vara, colpito dall'alluvione dell'autunno del 2011. Per quanto riguarda il primo progetto gli oltre 130mila euro sono serviti per acquistare arredi e attrezzature, per ristrutturare i locali, per i costi di gestione del 2012 e del 2013. Nello specifico sono attualmente accolti sei nuclei familiari composti tutti da entrambi o da un genitore con figli minori. Altri 5 nuclei hanno già terminato il percorso di accoglienza temporanea e hanno avviato un percorso indipendente. Il Comune di Borghetto di Vara ha utilizzato i 75mila euro per sistemare la piazza centrale e il ripristino viario in pietra della strada di accesso a Largo IV Novembre, via Regina Margherita. L'Amministrazione ligure ha informato il Comune di Milano che i lavori sono terminati nell'estate del 2012 e grazie ai fondi sono stati in grado di saldare i conti con le ditte che hanno effettuato i lavori.

Tags:
scalabeneficienza







A2A
A2A
i blog di affari
Luoghi dell’anima: le “piccole case” di Bruno Messina
di Mariangela Turchiarulo
FSBA: ANNULLATE LE SENTENZE DEL TAR DEL LAZIO
Green pass, non l’avete capito? Non serve a controllare il virus, ma voi
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.