A- A+
Milano
Elezioni, Santanché protagonista: ”Del Debbio? Non lo escludo…”
Daniela Santanché

di Fabio Massa

Pare proprio che la politica milanese e non solo, negli ultimi tempi, passi da lei. Daniela Santanché riesce ad “attovagliare” (per dirla come Dagospia) un po’ tutti: prima Del Debbio e Salvini al Twiga di Pietrasanta (come scritto in esclusiva da Affaritaliani.it) e ora, stando alle cronache, anche Verdini e consorte ma al Bistrot sempre a Forte dei Marmi. C’è chi vocifera che alla fine anche tra Verdini e Berlusconi scoppierà la pace. C’è chi vocifera che Del Debbio non è affatto ritirato. E quindi? Intervistata da Affaritaliani.it, Daniela Santanché spiega: “A Milano troveremo un candidato che unisca il centrodestra, ne sono sicura”.

Esclude Paolo Del Debbio, che ha detto che non si vuole candidare?
Io non escludo nessuno. Non escludo Del Debbio. Nella vita, quando si lavora senza arrendersi alla fine i risultati arrivano.

Eppure si diceva fosse già fatta con il “patto del Twiga”. Che tra l’altro arriva due mesi dopo un pranzo agli Orti di Leonardo. Solo che quella volta Del Debbio era a pranzo con Salvini e Fedele Confalonieri…
Al Twiga è stato un pranzo tra persone che si conoscono. Un momento conviviale, in cui abbiamo parlato di tante cose.

Anche di politica?
Beh, certo. E’ evidente che abbiamo parlato anche di politica.

Lo sa che la foto che vi ritrae tutti insieme ha fatto molto arrabbiare alcuni esponenti del partito?
Io non partecipo ai litigi. E vorrei dirlo chiaro e tondo: mi fanno pure sorridere i dibattiti sulle primarie.

Non vuole le primarie?
Continuare a parlare di primarie è una roba ridicola. Concentriamoci sul modo di dare risposta ai problemi degli italiani. Gli altri sono dibattiti a cui non partecipo. Per il semplice motivo che al cittadino non interessano minimamente.

Come la vede la sfida di Milano?
La vedo così: per vincere a livello nazionale dobbiamo vincere a Milano.

I vertici lombardi stanno gestendo bene la sfida?
Per adesso non c’è proprio niente da gestire. In politica una cosa fondamentale è non sbagliare i tempi. Mica dobbiamo decidere domani qual è il nostro candidato. E proprio per questo non capisco il dibattito sulle primarie. Occorre tranquillità, il candidato si troverà e sarà valido.

Chi si aspetta che sia?
Mi auguro che non sia un politico di professione. Mi auguro che non sia qualcuno che della politica ha fatto un mestiere.

Del Debbio?
Come dicevo all’inizio, non lo escludo.

@FabioAMassa

Tags:
elezionisantanchémilanodel debbio






A2A
A2A
i blog di affari
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano
Frutta secca: benefici e quando mangiarla
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.