A- A+
Milano
Expo, Formula 1: 7mila firme per salvare il Gp di Monza

Superata quota 7mila firme a Pianeta Lombardia, nel padiglione della Regione a Expo, a favore della petizione 'Scendi in pista con la Lombardia- Firma anche tu', indetta il 27 giugno scorso dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il vice presidente Mario Mantovani e l'assessore all'Expo Fabrizio Sala, per scongiurare il trasferimento del gran premio d'Italia di Formula 1 dall'autodromo nazionale di Monza. In due giorni, da giovedì a sabato, sono stati mille i visitatori, sia italiani che stranieri che, dopo aver ammirato la Ferrari F10 esposta davanti al padiglione, hanno voluto aderire all'iniziativa firmando il libro che Maroni ha detto di voler presentare al patron della Formula 1, Bernie Ecclestone, per indurlo a rinnovare il contratto con l'autodromo di Monza. Stamattina i protagonisti sono stati i tanti volontari dell'Expo che hanno firmato l'apposito libro. Per riuscire a centrare l'obietti vo, la raccolta firme proseguirà senza sosta fino al gran premio di Monza, il prossimo 6 settembre. Oltre a Pianeta Lombardia si può firmare a favore della petizione nella sede della Regione, a Palazzo Lombardia, in tutte le sedi territoriali nelle 12 province lombarde e accanto alla biglietteria della Villa Reale di Monza.

Tags:
expopianeta lombardiaformula 1gran premio di monza







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.