A- A+
Milano
Expo by night , si infiamma il dibattito. E l'auto torna di moda...

I 10mila posti auto del parcheggio di Fiera e agli altrettanti di quello di Arese sono la risorsa su cui fare leva per prolungare di un'ora l'orario di chiusura di Expo. Il commissario all'evento, Giuseppe Sala, insiste nel confermare come questa esigenza sia sentita tanto dai visitatori, quanto dai Paesi, che, nell'organismo che li rappresenta "si sono espressi tutti a favore" per una chiusura alle 24, spiegando che il prolungamento dell'orario non implica necessariamente un intervento sul servizio di trasporto pubblico. "So che la logistica e' il primo problema - ha ammesso -; noi abbiamo invitato la gente a venire con i mezzi pubblici e siamo stati ascoltati. Ora pero', con la fine delle grandi fiere, abbiamo disponibili 10mila posti auto in Fiera e altri 10mila al parcheggio di Arese collegato con navette. Inoltre, a brevissimo arrivera' anche la novita' di un parcheggio moto a Merlata da 800 posti". Su questo bacino di accessibilita' per il traffico privato bisognerebbe dunque investire, ma Sala ha sottolineato che e' ancora tutto da vedere: "dobbiamo discutere, non siamo in grado ora di dire se sia fattibile o meno, vedremo".

PISAPIA: 'NON E' ALL'ORDINE DEL GIORNO'/ Il prolungamento dell'orario serale di Expo non e' tuttavia per il sindaco di Milano Giuliano Pisapia "all'ordine del giorno" e semmai "una valutazione complessiva si puo' fare dopo 20-30 giorni dall'inizio di Expo". Pisapia ha fatto notare che quando "le cose funzionano bisogna evitare che vengano lesionate. Siccome il servizio di Atm per trasporto pubblico e di Amsa per i rifiuti e' del tutto perfetto, e anzi ha superato ogni aspettativa, si e' trovato un grande punto di equilibrio che ha reso orgogliosi i milanesi e che va mantenuto". Per il sindaco, "senza una valutazione complessiva che faremo con tutti i soggetti interessati", questo "non si puo' modificare". Altro capitolo il problema "che si e' posto e che - ha aggiunto Pisapia - possiamo risolvere, che e' che pochi milanesi vengono in auto. Ci sono tanti parcheggi - ha fatto notare il sindaco accogliendo la segnalazione di Giuseppe Sala -, allora si tratta non tanto di rivedere il tema servizi Atm e Amsa, quanto cercare di utilizzarli incentivando il traffico privato e dando tutte le indicazioni perche' chi vuole possa arrivare in macchina".

MARONI: 'FACCIAMOLO, CE LO CHIEDONO TUTTI"/ "Sono d'accordo sull'idea di ampliare l'orario di apertura dell'Expo fino a mezzanotte, è una richiesta che arriva da tutti i Paesi e arriva da chi viene a visitare Expo. Se si tratta di potenziare i mezzi di trasporto, io, come Regione Lombardia, sono disponibile. Sono per allargare l'orario, facendo quello che serve". E' questo invece il commento del presidente della Regione, Roberto Maroni, durante la presentazione del primo bilancio dell'Expo 2015. "Expo dura sei mesi - ha proseguito - e il prossimo sarà tra cento anni, per cui non capisco perché non dovremmo sfruttarne al massimo tutte le potenzialità. Non vedo perché non allargare l'orario visto che è quello che chiedono tutti. Per un problema di trasporto? Lo risolviamo, ripeto che, come Regione Lombardia, sono disponibile a mettere le risorse necessarie sul Tpl, se serve, per rafforzare il sistema dei trasporti, in modo da poter lasciare aperto il sito espositivo almeno fino a mezzanotte per sfruttare così tutte le potenzialità".

IL MINISTRO MARTINA: "RIFLETTIAMOCI INSIEME"/  "Credo che sia opportuno fare una riflessione tutti insieme e capire quale strada prendere". Cosi' anche il ministro delle Politiche agricole con delega all'Expo, Maurizio Martina è intervenuto sulla questione. Martina ha spiegato: "Da una parte c'e' un'esigenza di Expo legata all'afflusso importante serale, che si sta rivelando una delle novita' piu' interessanti di questi primi giorni, dall'altro c'e' un tema posto dal Comune rispetto al rapporto tra Expo e citta'. Ragioniamoci assieme, capiamo".

Tags:
expogiuseppe salagiuliano pisapiaroberto maronimaurizio martinaatm







A2A
A2A
i blog di affari
Matteo Pittaluga: l'aspetto mentale per diventare Social Media Manager
Dario Ciracì
il project financing collegato al partenariato pubblico privato (seconda parte
Il mercato dei corsi fitness e le prospettive post-pandemia
Elena Vertignano


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.