A- A+
Milano
Expo, scoppia la grana stipendi. Cento lavoratori: "Non ci pagano"

Cento lavoratori impiegati come hostess e steward nei padiglioni di Expo 2015 non pagati. I lavoratori in questione si sono riuniti in assemblea nei sotterranei della stazione ferroviaria di Milano. L'obiettivo è quello di recuperare gli stipendi non pagati del mese di giugno. I lavoratori sono in credito con una serie di società che di volta in volta si sono passate la gestione del personale.

Sono state diverse, infatti, le sigle aziendali che si sono sostituite l’una all’altra, per la gestione dei servizi degli spazi regionali. Ma a giugno l’appalto è stato girato a un’impresa che non avrebbe avuto i titoli per lavorare sul sito espositivo. L’esito, paradossale, è che Expo non può pagare la società ritenuta illegittima, la ditta che aveva ottenuto l’incarico risulta irreperibile da tempo e i lavoratori non sanno a chi rivolgersi per ottenere i propri stipendi. Ora, come riporta il Corriere della Sera, l'assessore Cristina Tajani propone un tavolo speciale a Palazzo Marino per risolvere l'intricata vicenda.

Tags:
expostipendi







A2A
A2A
i blog di affari
Caso MPS, ragionevoli le condizioni poste da Unicredit per l’acquisizione
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Vaccini, a settembre in arrivo la terza dose: strumento della nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.