A- A+
Milano
Franco Tosi, la Fiom: "Non si giochi con i lavoratori"
franco tosi legnano

"La delicata trattativa che stanno vivendo i 346 lavoratori della Franco Tosi, non permette a nessuno di fare caricature o strumentalizzazioni di diverso genere o di scaricare su altri responsabilità precise": questo il comunicato di Rsu Fiom Franco Tosi, Fiom Cgil Ticino Olona e Fiom Lombardia in merito alla situazione dell'azienda legnanese ed ai suoi ultimi sviluppi. "In questi giorni, come Fiom abbiamo assistito al fatto che di fronte alla nostra richiesta di aggiornare la trattativa, Fim e Uilm hanno preferito continuarla fino ad arrivare ad un accordo separato senza nemmeno la maggioranza dei delegati. Inoltre, sempre Fim e Uilm hanno deciso autonomamente di mettere a referendum l’ipotesi di accordo che è stata chiaramente bocciata dalla maggioranza dei votanti. Hanno fatto tutto loro, ora la responsabilità non può essere data alla Fiom, solo per avere detto che non era disponibile a rinunciare ai diritti indisponibili in capo ai lavoratori".

"L’idea ventilata in queste ore in azienda di ripetere il referendum  - prosegue la nota - non solo non può essere presa in   considerazione, ma risulta una presa in giro per chi ha votato e che in ogni momento è stato presente ad ogni iniziativa sindacale. La democrazia è una cosa seria e non una pagliacciata da usare per piegare i lavoratori alle pretese dell’azienda. Come discusso anche oggi in assemblea sindacale la Fiom ribadisce la disponibilità a riprendere da subito la trattativa per trovare una soluzione adeguata rispetto ai punti che abbiamo posto durante la trattativa necessari per trovare un accordo che garantisca continuità di ai diritti dei lavoratori come previsto dalle norme vigenti senza tralasciare un progetto industriale serio e coerente per il rilancio della Franco Tosi. A fronte della convocazione inoltrata ieri dal commissario straordinario, chiediamo che la trattativa riprenda il prima possibile presso la sede del Ministero dello Sviluppo Economico, affinché si possa svolgere una trattativa senza condizionamenti nel pieno rispetto delle norme previste dall’amministrazione straordinaria".

Tags:
franco tosifiom







A2A
A2A
i blog di affari
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.