A- A+
Milano
Gelmini: "Sinistra affonda con la Città metropolitana"

Per  Mariastella Gelmini, coordinatrice regionale di FI "non è Milano che affonda con la città metropolitana: ad affondare è la sinistra milanese e nazionale, e la sua costante, immutabile inconcludenza. Nel 2011 hanno promesso la 'primavera' arancione per Milano, fallita a poco più di metà mandato con la rinuncia del sindaco a ricandidarsi e nessuna realizzazione del programma. Ora anche la città metropolitana naufraga dopo alate promesse e decine di convegni a base di favole. Invece che abolire le Provincie e distribuire le competenze tra Comuni e Regioni, il governo ha creato un carrozzone vuoto con la legge Delrio. Ora tutto naufraga nei debiti, con un surreale scaricabarile tra il Pd milanese e il Pd governativo, come se non fossero la stessa cosa. Naufraga Roma, naufraga Milano. Per citare un vecchio successo: è 'la solita canzone, che sai già come fa': la sinistra vince con le promesse e i sogni, e poi fallisce tra le liti e le recriminazioni interne. Nel 2016 a Milano la solita canzone cambierà, e vinceranno i moderati".

Il riferimento è al grido di allarme lanciato da Giuliano Pisapia, sindaco di Milano e della Città metropolitana, che in una intervista al Corriere ha affermato: "Siamo al capolinea". Il nuovo ente avrebbe infatti un buco da 90 milioni di euro da appianare entro il 31 luglio.

Tags:
mariastella gelminigiuliano pisapiacittà metropolitana







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.