A- A+
Milano
Impresa, doppio accordo di Regione per big data in sanità e metalmeccanica

Impresa, doppio accordo di Regione per big data in sanità e metalmeccanica

Nuovo 'disco verde' da parte della Giunta regionale della Lombardia all'approvazione - su proposta dell'assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli - di due ulteriori schemi d'accordo per l'innovazione. Il primo è tra il Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Lombardia, Regione Lazio, Regione Liguria e Società Capofila Bracco spa. Il secondo tra Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Emilia-Romagna, Regione Lombardia, Regione Lazio e Società Capofila Beamit. Lo sforzo finanziario per Regione Lombardia è pari a euro 109.300,95 euro.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER SANITÀ - Il progetto di Bracco spa si propone di definire un'infrastruttura tecnologica collaborativa per la raccolta di big data clinici, costituiti da immagini biomedicali radiologiche o istopatologiche ed altri dati clinici per sviluppare metodi idonei per la medicina di precisione sfruttando la capacità degli algoritmi tipici dell'intelligenza artificiale e la condivisione di dati tra i centri di ricerca clinica. I dati clinici opportunamente anonimizzati a priori, saranno condivisi dai centri di ricerca clinici afferenti al progetto sulla piattaforma informatica messa a disposizione dell'infrastruttura di IIT. Il costo previsto per la realizzazione del progetto di ricerca e sviluppo ammonta a 5.317.523 euro di cui 2.313.750 in Regione Lombardia. La quota a carico di Regione è pari a 69.412,50 euro.

CREARE UNA SUPER LEGA DI RAME PER SETTORE METALMECCANICO - Il programma di FIAM (Filiera Italiana Additive Manufacturing) ha, invece, come finalità la nascita di una filiera italiana dell'additive, mettendo 'a sistema' le competenze esistenti e concentrando l'attenzione sull'ottimizzazione della fase iniziale di un qualsiasi processo produttivo basato sull'impiego di polveri per stampa 3D. L'obiettivo del progetto è lo sviluppo di una lega a base rame che possa coniugare caratteristiche di elevata conducibilità termica ad elevate proprietà meccaniche. Il costo previsto per la realizzazione del progetto di ricerca e sviluppo ammonta a 8.435.865 euro di cui 1.329.615 in Lombardia. La quota a carico di Regione è pari a 39.888,45 euro.

MATTINZOLI: ACCORDI ANCHE PER OCCUPAZIONE - "Con questi progetti il nostro obiettivo è quello di sostenere interventi di rilevante impatto tecnologico in grado di incidere sulla capacità competitiva delle imprese" ha spiegato Alessandro Mattinzoli assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia. "Sono accordi fondamentali - ha concluso -anche per salvaguardare i livelli occupazionali e accrescere la presenza delle imprese estere nel territorio nazionale. Il metodo è quello della collaborazione istituzionale e della partnership con i privati. Oggi più che mai occorre essere uniti per affrontare le sfide sempre più difficili".

Commenti
    Tags:
    impresainnovazionebig dataregione lombardiasanitàmetalmeccanica
    Loading...









    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Anche se l'inflazione cresce, è ancora troppo presto per preoccuparsene
    Di Alessandro Parravicini
    Draghi: svolta radicale nella lotta al Covid-19, ma restano domande irrisolte
    Massimo Puricelli
    Ascolti tv, Signorini fa tremare il commissario Ricciardi
    Francesco Fredella


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.