A- A+
Milano
Investì 12enne in bici, condannato il conducente del tram. Polemiche

Stava andando sotto il limite di velocità e venne sbalzato sui binari dall'apertura di una portiera di un'auto in sosta vietata. Ma il conducente del tram che investì il 12enne Giacomo nel 2011 è stato comunque condannato per omicidio colposo. Giacomo Scalmani, 12enne, finì sotto il suo tram in via Solari, nel tardo pomeriggio del 5 novembre 2011. Il conducente, 51enne, come detto, stava andando a 32 km/h, meno della velocità massima prevista in quel tratto. L'uomo è stato però condannato, insieme alla passeggera dell'auto che aprì la portiera.

E' possibile, come scrive Milano Today, che il giudice abbia accolto la tesi dell'accusa, ovvero che l'uomo avrebbe dovuto usare una prudenza maggiore del dovuto, visto che era già buio e pioveva. All'uomo non è stata nemmeno concessa la sospensione condizionale per via di un precedente di qualche anno fa, quando - sempre alla guida di un tram - investì due pedoni. Il 51enne è stato condannato a un anno e sei mesi per concorso in omicidio colposo. 

Tags:
bicitram







A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass, prove generali della società del controllo biopolitico totalitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.