A- A+
Milano
La Scala in tournée in Asia con Chung e a Mosca arriva Chailly

Dal 29 agosto al 25 settembre 2016 il Teatro alla Scala sarà impegnato in una tournée che coinvolgerà tutti i suoi complessi artistici per 29 spettacoli, toccando 6 città di 4 diversi Paesi. Gli scaligeri guidati dal Maestro Myung-Whun Chung saranno a Seoul, Shanghai e Mosca con il Simon Boccanegra di Verdi e la Nona Sinfonia di Beethoven. E a Mosca è attesissimo anche il Maestro Riccardo Chailly per due serate con il Requiem verdiano e un concerto con la Filarmonica. Il Corpo di Ballo invece sarà in Cina e Giappone dal 31 agosto al 25 settembre: a Tianjin, Shanghai e Canton con Giselle e Cello Suites, a Tokyo con Don Chisciotte.

Una nuova serie di trasferte di grande impegno e prestigio per i complessi della Scala, la cui attività volta a rappresentare e promuovere la cultura musicale e coreutica italiana all’estero ha prodotto a oggi 143 progetti in 39 diverse nazioni, per complessive 792 rappresentazioni  (322 d’opera, 296 di balletto e 174 concerti): proprio in occasione di questa tournée si supererà la soglia delle 800 rappresentazioni nel mondo. E nuovi progetti sono in fase di definizione.

La tournée del 2016 prenderà  avvio, il 29 agosto, nella Repubblica di Corea, alla Lotte Concert Hall di Seoul, dove Orchestra e Coro del Teatro alla Scala eseguiranno la Nona Sinfonia di Beethoven sotto la direzione di Myung-Whun Chung con i solisti Eva Mei, Michelle Breedt, Michael Schade, Detlef Roth. Due giorni dopo, nella stessa sede, il maestro Chung dirigerà il Simon Boccanegra di Verdi in forma di concerto, con le voci di Simone Piazzola, Carmen Giannattasio, Fabio Sartori, Dmitry Belosselskiy. La preparazione del Coro è curata dal Maestro Bruno Casoni. Lo stesso programma sarà poi proposto in Cina, allo Shanghai Oriental Art Center, il 3 e 4 settembre.

Da Shanghai l’Orchestra e il Coro della Scala voleranno a Mosca dove, nell’ambito del consolidato rapporto con il Teatro Bol’soj, tra il 10 e il 16 settembre proporranno tre recite di Simon Boccanegra - questa volta in forma scenica, nell’allestimento firmato da Federico Tiezzi - sempre con la direzione del Maestro Chung. Il Direttore Musicale Riccardo Chailly dirigerà, l’11 e il 14 settembre, due esecuzioni della Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, la composizione più rappresentativa della Scala nel mondo. Chailly guiderà anche la Filarmonica della Scala, il 15 settembre, proponendo al pubblico moscovita un concerto “italiano” con musiche di Cherubini, Verdi e Rossini. Main partner della tournée del Teatro alla Scala a Mosca - che si svolgerà nell’ambito del Festival delle Arti Bosco di Ciliegi -  sono i Magazzini GUM, che proseguono così una secolare tradizione di mecenatismo dell’imprenditoria russa.

Contemporaneamente, tra il 31 agosto e il 17 settembre, il Corpo di Ballo della Scala tornerà - dopo dieci anni dall’ultima tournée in Cina - a Tianjin e Shanghai, e si esibirà poi per la prima volta a Canton: 9 rappresentazioni del balletto Giselle, nella versione coreografica di Yvette Chauviré da Coralli-Perrot su musica di Adolphe Adam e 6 di Cello Suites, coreografia di Heinz Spoerli sulle suite di Johann Sebastian Bach n. 2, 3 e 6, che saranno eseguite dal Primo Violoncello scaligero Sandro Laffranchini. La tournée in Cina, nelle sue diverse componenti, è sostenuta da Brembo, la multinazionale dei freni che oltre ad aver recentemente acquisito il produttore cinese di dischi Asimco Melian, ha avviato la costruzione di un nuovo complesso produttivo a Nanchino, che darà lavoro a circa 450 persone.

Dalla Cina il Balletto della Scala si trasferirà in Giappone per una tournée, promossa dall’Ambasciata d’Italia a Tokyo, per celebrare i 150 anni dell’avvio delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone. Il programma prevede, tra il 22 e il 25 settembre 2016, 5 recite di Don Chisciotte, nella versione di Rudolf Nureyev, su musica di Ludwig Minkus.  Per Giselle e Don Chisciotte l’esecuzione musicale sarà affidata alle orchestre dei teatri ospitanti, guidate rispettivamente da Patrick Fournillier e David Coleman.

L’impegno internazionale del Corpo di Ballo della Scala si rinnoverà a fine anno con una tournée a Parigi, al Palais des Congrès dal 5 al 13 novembre, con Il lago dei cigni curato dal coreografo Alexei Ratmansky, balletto da poco entrato nel repertorio della Compagnia, rappresentato questo mese alla Scala con grande successo.

La presenza internazionale dei Complessi scaligeri è arricchita dall’importante tournée europea della Filarmonica della Scala, che guidata dal Maestro Riccardo Chailly è stata il 21 agosto a Gstaad e il 22 agosto al Festival di Salisburgo. Seguiranno concerti il 24 settembre a Essen, il 25 a Dortmund, il 26 a Lussemburgo, il 28 ad Amburgo, il 29 a Colonia e il 30 a Baden Baden con Daniil Trifonov al pianoforte, e  il 1° ottobre al Musikverein di Vienna. Infine il 2 ottobre la Filarmonica debutterà alla Philharmonie di Parigi con Martha Argerich al pianoforte.

Tags:
la scala tournéescala asia con chungla scala mosca chailly






A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass, Italia modello del golpe globale del Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green Pass obbligatorio, alternativa allettante: benedizione o campare d'aria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
MICHETTI: SARO' IL SINDACO DELL'ARMONIA


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.