A- A+
Milano
Lega contro il film della Pivetti nelle scuole: "Anti-bullismo? No, pro-gay"
"Né Giulietta né Romeo"

Un film che fa propaganda Lgbt "camuffata" da lotta al bullismo: questa l'accusa lanciata dalla Lega Nord in Regione Lombardia contro il film di Veronica Pivetti "Nè Giulietta né Romeo", che tratta il tema dell'omofobia. L'interrogazione a risposta immediata depositata da Massimiliano Romeo punta in particolare l'indice contro la proiezione del film avvenuta, con il patrocinio del Comune di Milano, all'istituto Cavalieri di Milano lo scorso 25 febbraio. La Lega chiede all'assessore regionale Valentina Aprea "quale sia stato l'effettivo ruolo dell'Ufficio scolastico regionale nel processo di programmazione e proiezione del film presso l'edificio di via Olona a Milano".

Valentina Aprea, nella sua risposta a Romeo durante la seduta di questa mattina in Regione ha spieagto che l'Usr e' un organo statale e che la Regione puo' intervenire limitatamente sulla vita degli istituti scolastici, tanto piu' che "l'iniziativa rientrava nel Forum delle politiche sociali voluto dall'assessorato alle politiche sociali del Comune". Leggendo la replica dell'ufficio, che di fatto declina le responsabilita', la titolare dell'istruzione ha aggiunto: "Sappiamo che e' una risposta alla Ponzio Pilato. Bisogna anche considerare che alcuni di questi studenti sono maggiorenni, quindi e' qualcosa che non si puo' censurare. Se c'e' un responsabile forse e' proprio il Comune". Al termine della controreplica il capogruppo del Carroccio ha avuto un battibecco con Onorio Rosati (Pd) ed e' uscito dall'aula.

"Sono pronta ad organizzare una proiezione del film per i leghisti perché forse non sanno di cosa stanno parlando e prima di farlo forse dovrebbero vedere il film", è stata la replica della regista Veronica Pivetti alla querelle leghista.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
veronica pivetti nè giulietta nè romeolega nord lombardia veronica pivettifilm pivetti scuola milano






A2A
A2A
i blog di affari
Dentro la pandemia, le complessità del mercato del lavoro
Green Pass, non è scienza se censura l'interlocutore
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il New York Times minimizza l'omicidio del ricercatore italiano Davide Giri
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.