A- A+
Milano
Multe, nessun nuovo autovelox nel 2015. Più telecamere sui semafori?

"Esistono già una decina di incroci con le telecamere fisse e potremmo introdurne altre". Il Comune di Milano pensa non accenderà nel 2015 nuovi autovelox ma pensa ad aumentare il controllo dei passaggi con il semaforo rosso. Lo ha annunciato, come riporta Il Giornale, l'assessore alla Sicurezza Marco Granelli.

Nel 2014 le multe stradali incassate da Palazzo Marino sono state pari a 285 milioni di euro, 30 in più rispetto alla cifra scritta a inizio anno sul Bilancio di previsione (255 milioni). L'aumento è conseguenza dei sette nuovi autovelox installati lo scorso marzo in sette punti nevralgici del traffico milanese: il cavalcavia del Ghisallo, via Chiesa Rossa, via Parri, via dei Missaglia, via Palmanova, via Fermi e Famagosta.

Gli autovelox hanno svelato le cattive abitudini dei milanesi al volante e nei primi mesi sono arrivate più di 65 mila multe alla settimana. Ora però il numero, come scrive Il Giornale, è nettamente diminuito. Forse anche per questo e per aumentare le entrate nelle casse comunali, aggiunge provocatoriamente il quotidiano di via Negri, Palazzo Marino starebbe pensando ad "accendere" nuove telecamere sui semafori per smascherare i trasgressori.

Tags:
multeautoveloxpisapia







A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.