A- A+
Milano
Milano, Sala: "La Giunta cambiera significativamente"
Giuseppe Sala Lapresse

Milano, Sala: "La Giunta cambiera significativamente"

In caso di vittoria, la "Giunta cambierà anche significativamente perché tanti fanno altre scelte e perché credo che sia il caso di ringiovanire e cambiare: alcuni hanno fatto un lungo percorso. Un po' di idee le ho in testa, poi bisogna anche rispettare il singolo risultato elettorale per vedere dove vanno i potenziali assessori". Così il sindaco di Milano Beppe Sala intervenuto a Radio Capital.

"Sondaggi? Testa bassa e pedalare..."

“Sono molto contento che nei sondaggi c’è anche il giudizio sull’amministrazione e il meno lusinghiero ci dà un gradimento del 58 per cento che arriva in alcuni casi anche al 70 per cento. Io credo che i milanesi pensino che la nostra amministrazione abbia lavorato sostanzialmente bene in un momento difficile e ce lo stia riconoscendo. Però il mio slogan degli ultimi giorni è ‘testa bassa e pedalare’. Bisogna lavorare, non voglio sentire parlare di vinciamo al primo turno”.

"Ciclabili, alcune da rivedere ma il modello è giusto"

Sala ha affrontato anche altri temi. Su mobilità cittadina e ciclabili: "Stiamo facendo un percorso di transizione da un modello di città auto dipendente a modello in cui la mobilità pubblica cambia le abitudini e questo costa fatica: è un tema che stanno affrontando tutte le grandi città. Sulle piste ciclabili, alcune le abbiamo fatto in fretta durante la pandemia e sono disponibile a rivedere dove abbiamo sbagliato ma il modello no". Il primo cittadino ha sottolineato la necessità di "uscire da questa retorica della contrapposizione centro-periferia: in periferia ci sono quartieri che sono molto migliorati e altri no, ma c'è un tema importante, quello dell'edilizia popolare. Abbiamo 70mila appartamenti che in alcuni casi non sono dignitosi: qui ci aiuteranno i fondi del Pnrr"

"Sbagliato non riaprire teatri e live club"

Sul Green pass: "È sbagliato non riaprire i teatri e i live club: se siamo vaccinati e abbiamo il green pass è il momento di riaprire con capienza che li metta in condizioni di lavorare. A questo punto, aspettiamo per precauzione anche un mese, ma bisogna riaprire con un'ampia capienza". Per la capienza ridotta, "negli stadi, chi ci rimettono i proprietari e i fondi, ma sulla cultura, che ha preso la botta significativa, sono tanti piccoli imprenditori che ancora non hanno prospettive".

"Centrodestra spiazzato dalla mia ricandidatura"

Infine anche uno sguardo al campo avversario:  "Ci hanno messo molto tempo: sono stati fatti tantissimi nomi. Io penso che il centrodestra dalla mia discesa in campo, che forse non si aspettavano, un filo è stato spiazzato".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    milano 2021elezioni milanobeppe sala






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    CONSULTAZIONI EUROPEE, PROGETTI PER BIBLIOTECHE, SCUOLE E GLI OVER 65
    Boschiero Cinzia
    Lions aiuta la protezione civile con la "Project bag"
    Quirinale, il dopo Mattarella: a Palazzo Chigi serve Draghi o un suo affine
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.