A- A+
Milano
Museo della Scienza e della Tecnologia: 6mila persone per i 70 anni. FOTO
I 70 anni del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano

Museo della Scienza e della Tecnologia: 6mila persone per i 70 anni

 Ieri sera, oltre 6.000 persone hanno festeggiato con il Museo, partecipando alla serata gratuita organizzata per il suo 70° anniversario.Grande successo delle installazioni di arte digitale e musica, della passeggiata spaziale in VR e delle performance artistiche che hanno animato tutti gli spazi museali. Tutte esaurite le attività speciali e i laboratori interattivi, le visite al sottomarino Toti, al ponte di comando del transatlantico Conte Biancamano e alla storica Tenda Rossa, tornata accessibile al pubblico in occasione dei 70 anni del Museo, dopo un lungo e complesso restauro.

"Siamo il Museo del divenire del mondo"

“Da sempre siamo “il Museo del divenire del mondo” e con impegno e orgoglio passiamo il traguardo dei 70 anni guardando quotidianamente al futuro. La visione del Museo è quella di essere presenti e protagonisti nello sviluppo della società, dando un forte contributo alla sua comprensione da parte dei cittadini. Nuovi e rinnovati progetti culturali, lo sforzo per ambienti accoglienti e servizi di qualità, l’impiego di strumenti interattivi e tecnologici ma anche di modalità che facciano sentire protagonisti i nostri visitatori, sono le attività giornaliere del nostro divenire. Siamo molto soddisfatti della conferma che ci arriva dai nostri diversi pubblici, in termini quantitativi e di nuove tipologie: molti giovani adulti, molti stranieri, il confermarsi di scuole e famiglie con maggiori necessità a cui offriamo strumenti sempre più adeguati alle loro esigenze che cambiano. Ieri era una serata di festa che abbiamo trascorso con 6.000 amici del nostro Museo ma per noi era anche un momento di studio per identificare modi innovativi di comunicare la cultura rendendola sempre più accessibile”, commenta Fiorenzo Marco Galli - Direttore Generale Museo Nazionale Scienza e Tecnologia.  

La storia del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano

Inaugurato il 15 febbraio 1953, il Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci è oggi il più grande museo scientifico e tecnologico in Italia e uno dei principali in Europa. L’idea del fondatore, l’ingegner Guido Ucelli, era quella di dotare l’Italia, al pari degli altri grandi paesi europei, di un museo che raccontasse il “divenire del mondo”, a partire da uno sguardo di unitarietà della cultura rappresentato da Leonardo da Vinci, a cui sono dedicate le dieci sale che ne costituiscono quindi lo storico valore identitario. Una visione innovativa che ispira ancora oggi il Museo, un’istituzione unica nel panorama italiano per la natura e la consistenza del patrimonio culturale che conserva e che continua a raccogliere, per il ruolo che ricopre per l’educazione alle STEM e per la volontà di contribuire allo sviluppo di una cittadinanza scientifica.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milanomuseo scienza tecnologia







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.