A- A+
Milano
Omofobia, Tuiach denunciato dai Sentinelli: chiesto il rinvio a giudizio
Fabio Tuiach

Omofobia, Tuiach denunciato dai Sentinelli: chiesto il rinvio a giudizio

La Procura di Trieste ha formalizzato la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti di Fabio Tuiach, ex pugile ed ex esponente di Forza Nuova in questi giorni protagonista delle cronache per la sua partecipazione alle proteste dei portuali di Trieste. Ma non è per questo che i Sentinelli di Milano lo avevano denunciato: l'azione legale era nata a febbraio in reazione al post omofobo pubblicato dal consigliere comunale triestino pubblicato a commento della notizia di una aggressione subita da un attivista Lgbt nei pressi di Trieste.

Queste erano state le sue parole: "Un esponente Lgbt è stato picchiato e scoppia il caso omofobia a Trieste, siamo in campagna elettorale e succede ogni volta ma forse ha litigato con il fidanzato per la vasellina. Grande solidarietà da parte di tutte le forze politiche ma ricordiamoci che in più di un terzo dei paesi al mondo non esiste il problema omofobia perché per i gay c'è il carcere o la pena di morte. Noi avevamo il rogo un tempo, mentre in Russia c'è la legge anti-gay come in tutto l'Est e per questo loro non accolgono palestrati che fuggono da paesi omofobi". Parole pubblicate non su facebook ma su VKontakte, social network molto diffuso proprio in Russia. E che gli erano costate la denuncia maturata ora nella richiesta di rinvio a giudizio. Questo il commento dei Sentinelli: "Alla vigilia della ripresa del DDL Zan viviamolo come un segno di speranza".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    fabio tuiachomofobiasentinelli milano






    A2A
    A2A


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.