A- A+
Milano
Passera sul magazine di Berlusconi: "Io, un facilitatore per Milano"

«Milano è casa mia. Ci vivo da quando avevo 18 anni. La amo. Dopo la parentesi da ministro ci siamo tornati a vivere in alternanza con Roma, dove c'è la sede nazionale del partito Italia Unica. Vorrei fare di Milano il più grande crocevia dell'Europa. Ci vuole un facilitatore, un solido punto di riferimento. Questo è il momento di trovare un consenso trasversale e interpretare l'orgoglio milanese». Così Corrado Passera, ex manager ed ex ministro dello sviluppo economico del governo Monti, spiega in una intervista al settimanale "Chi", in edicola mercoledì 12 agosto, i motivi che lo hanno spinto a candidarsi a sindaco di Milano.

«La mia è una candidatura civica e trasversale - prosegue Passera -. I partiti verranno dopo. Se il progetto è buono e ci sarà una bella squadra, raccoglieremo consenso tra i cittadini. Siamo a pronti a dialogare con tutti». Alla domanda se sia pronto a dialogare anche con la Lega di Matteo Salvini, Passera risponde: «Non ci sono veti. Ma alcune posizioni della Lega sono inaccettabili. Milano è una città europea e globalizzata, un centro industriale e di innovazione in ogni ambito. Milano è sinonimo di mondo».

All'intervista partecipa anche la moglie del candidato sindaco, Giovanna Salza. Alla domanda se farebbe anche lei come la first lady Agnese Renzi, che è rimasta a Firenze, invece di seguire il premier a Roma, risponde: «No, non lo farei mai. Mio marito e io vogliamo stare insieme e goderci i figli nella vita quotidiana».

Tags:
corrado passeramatteo salviniitalia unicaelezioni milanosilvio berlusconi







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.