A- A+
Milano
Brambilla (Pd): "Voto digitale? Merce di scambio tra M5S e maggioranza in Regione"

"Non abbiamo voluto approvare un provvedimento dai costi non quantificati e che, con tutta evidenza, è diventato merce di scambio tra i grillini e  la maggioranza rispetto all’appoggio al referendum”. Così il capogruppo Pd Enrico Brambilla ha motivato, nel suo intervento in Aula, la scelta del Partito democratico di non partecipare al voto legato alla proposta di legge del Movimento 5 stelle che introduce il voto elettronico per il referendum consultivo. Il Pd aveva votato favorevolmente alla progetto di legge n.226 in Commissione Affari istituzionali ma in attesa di conoscere la valutazione finanziaria redatta dagli uffici della Giunta, arrivata solo successivamente, alla vigilia dei lavori d’aula. “Non siamo contrari a forme di innovazione soprattutto se queste comportano semplificazione e velocizzano la modalità di voto – spiega l’esponente del Pd – ma qui siamo di fronte a unpro vvedimento che viene spacciato per rivoluzionario, ma che in realtà è paragonabile al vecchio commodore 64 in una realtà dominata dal cloud. Per di più, stando alla relazione tecnico finanziaria, i costi sono difficilmente quantificabili a priori visto che per lo svolgimento del referendum con questa modalità è necessaria un’intesa con la prefettura e il ministero dell’Interno"

Tags:
pdenrico brambillavoto digitaleregione lombardiam5s







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.