A- A+
Milano
Pinocchio/Il Sacro Graal di Expo e la nuda verità dei numeri

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.15 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C’era una volta un Paese nel quale la menzogna era la regola. O quantomeno lo erano le mezze verità. Ieri, su Affaritaliani.it abbiamo pubblicato un articolo nel quale si citava un report riservato di Trenord nel quale si metteva in luce che a fronte di un aumento di posti disponibili per Expo di 42mila, solo 6mila, nel giorno medio, venivano utilizzati. Dati, numeri, fatti. Accuse? Neppure una. Il problema è che se qualcuno tocca il Sacro Graal dell’Expo, che è bellissimo e che bisognerebbe andare tutti a visitarlo (senza ironia), deve per forza essere fucilato sulla pubblica piazza. Dopo aver scritto quell’articolo, ripreso anche da Dagospia, mi sono arrivate decine di chiamate dall’interno di Trenord ma anche da altre aziende connesse al sito espositivo, che si complimentavano per il fatto che avessi avuto il coraggio di dire che ad Expo non ci stanno andando i visitatori sperati. Coraggio? Ma che coraggio? I numeri sono numeri, e c’è poco da scherzare. Che cosa fa Trenord allora? Prende ed emette un comunicato stampa (che non manda a me, tra l’altro, che sono l’estensore dell’articolo, dimostrando anche una scarsa educazione giornalistica) nel quale si dice che i dati sono falsi e che ci sono punte pari a cinque volte tanto i seimila viaggiatori da me citati nel pezzo. In pratica, cerca di far intendere che sono 30mila i viaggiatori nei punti di picco. Appunto: nei punti di picco. Io parlavo di giorno medio, di media giornaliera. Come dire: hai denunciato che le mele sono marce? Ma guarda che io ho delle pere bellissime. E quindi? Di che stiamo a parlare? A me tranquillizzerebbe molto di più che si facesse operazione verità su Expo, non che si fosse tutti irregimentati.

Tags:
pinocchiotrenordexpo







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.