A- A+
Milano
Pinocchio/Pd: il caso Corsico, un avvertimento per Milano

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.15 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C’era una volta un Paese che doveva imparare a mettersi in sintonia con i cittadini. Che, a loro modo, riescono sempre a sorprendere opinionisti, opinion leader e opinion maker, che poi sarebbe bello capire che cosa vogliano dire queste parole, perché alla fine la gente vota che quel gli sembra giusto. E quel che sembra giusto, in Lombardia, è il centrodestra almeno in 9 casi su 13. Incredibile? Mica tanto, se si considera che le elezioni amministrative hanno logiche differenti da quelle nazionali. Così, se il centrosinistra amministra bene a Lecco, ottiene la riconferma. Se amministra male il centrodestra a Mantova, questa passa al Pd. Discorso inverso, ovviamente, per Corsico, dove la candidata Pd Maria Ferrucci ha preso quello che in gergo si dice “un bagno” rispetto al candidato di centrodestra. Ecco, questo caso merita una riflessione. Perché la candidata di Corsico ha fatto una scelta politica importante che forse può essere la cartina di tornasole della fine di un’epoca. Maria Ferrucci ha infatti sempre puntato quasi tutto, diciamo un all-in in termini pokeristici, sulla legalità. Il che è bene. Peccato che la legalità, per i cittadini, sia un prerequisito, non un fine, un obiettivo a lungo termine. Come si fa a pensare che la legalità sia il risultato da ottenere? Per i cittadini, giustamente, il risultato da ottenere è la strada che mancava, l’asfaltatura, lo sfalcio del verde, la risoluzione dell’emergenza casa o dell’emergenza sicurezza. Per risolvere questi problemi non bisogna rubare né commettere illegalità. Ma questa è una parte “pre” e non post. A Corsico il centrosinistra ha preso una mazzata. E, viste le percentuali, forse anche quelli che cantavano vittoria in modo un po’ troppo affrettato su Milano dovrebbero affrettarsi solamente a scegliere un candidato nella maniera migliore possibile. Il rischio è di prenderne una seconda se il centrodestra sarà capace di andare avanti unito.

Tags:
elezioniamministrativecorsicomaria ferrucci







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.