A- A+
Milano
Pio Albergo Trivulzio, il bilancio 2019 si chiude con un +1,6 milioni di euro
Pio Albergo Trivulzio

(IMPRESE-LAVORO.COM) - Milano – L’ASP IMMeS e Pio Albergo Trivulzio ha approvato il bilancio 2019. I Ricavi, pari a 90,907 milioni di euro nell’esercizio 2019, risultano superiori rispetto al 2018 di oltre 1,6 milioni di euro grazie all’incremento del fatturato della gestione caratteristica che nel complesso ha fatto raggiungere e superare il valore previsto dal budget aziendale. Un aumento è stato registrato, inoltre, nei ricavi per locazione pari ad oltre 370 mila euro. I Ricavi per rette in valore assoluto appaiono superiori di 686 mila euro rispetto al 2018. Questo è dovuto principalmente all’ottimo andamento di quasi tutte le Unità d’Offerta dell’Ente, in particolare della RSA - che risente dell’integrazione del budget ATS per il riconoscimento e la remunerazione di posti letto Alzheimer aggiuntivi - e delle Cure Intermedie. I Ricavi per prestazioni fanno registrare un incremento dell’8,9% e comprendono il fatturato della produzione ambulatoriale sanitaria (Poliambulatorio ex art. 25), il fatturato della produzione ambulatoriale riabilitativa (Semiresidenziale ex art. 26) e il fatturato della Assistenza Domiciliare Integrata (ADI).

I Ricavi per Locazione, pari per l’esercizio 2019 a 11,335 milioni di euro, comprendono sia gli affitti (canale agevolato e canale libero) che i rimborsi spese fatturati agli inquilini. Si evidenzia un aumento del 3,4% rispetto al 2018 dovuto all’incremento delle unità date in locazione (circa +60 unità immobiliari). I Costi, pari a 91,444 milioni di euro nell’esercizio 2019, evidenziano un aumento nel complesso pari al 2,6% rispetto al 2018 riconducibile in larga parte ai maggiori costi del personale (+886 mila), a quelli di assistenza sanitaria (+ 669 mila) ed agli accantonamenti (+370 mila). In riferimento a quest’ultima voce, si confermano per il secondo anno consecutivo politiche di bilancio cautelative. Il Costo del lavoro sul totale ricavi risulta pari al 69,9% in riduzione rispetto al 70,2% del 2018, confermando un miglioramento nell’efficienza nella gestione che fa registrare un incremento del fatturato più che proporzionale rispetto all’aumento del costo del lavoro. L’esercizio 2019 ha registrato un incremento del Costo del personale dell’1,6% dovuto all’entrata a regime sui 12 mesi 2019 del rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto Sanità ed Enti Locali (per un valore di circa euro 185.000), all’investimento aziendale di potenziamento delle figure mediche specifiche (in particolare con specialità in geriatria), e all’assunzione di nuovo personale socio-assistenziale (si consideri che nel numero del personale sono contati anche circa 200 dipendenti a mansioni agevolate per cui sono doverose politiche del personale di integrazione compensativa) e amministrativo.

Al 31/12/2019 il personale dipendente si è attestato a 1.135 unità. I Costi di assistenza sanitaria nel 2019 hanno subìto un accrescimento del 16,0% rispetto al 2018 (pari a 669 mila euro), imputabile al costo del servizio esternalizzato di odontoiatria, al costo del servizio esternalizzato di radiologia - in particolare all’aumento del costo per le prestazioni per interni, che lo scorso anno gravava solo per 8 mensilità -, infine all’aumento del costo per i servizi in convenzione di diagnostica di laboratorio. L’esposizione finanziaria verso il sistema bancario ha avuto una ulteriore riduzione di quasi 7 milioni di euro, passando a 45,3 milioni di euro: dopo una crescita rilevante tra il 2010 e il 2011 ed un aumento progressivo negli anni 2011-2014 a seguito dell’incremento degli oneri finanziari, dal 2015 in avanti è stata sottoposta ad un lavoro di riduzione sistematico. Anche i Costi per oneri finanziari hanno visto un ulteriore decremento nel 2019 rispetto al 2018 (-7,4%) pari a 64 mila euro. La gestione finanziaria evidenzia un miglioramento di oltre 100 mila euro. Considerando le Plusvalenze da alienazioni di immobili 2019 (inferiori al 2018 di euro 2.149.369), gli altri Proventi straordinari 2019 (inferiori al 2018 di euro 678.620) ed un incremento delle Imposte sul reddito di circa 268.000 euro, si arriva ad un risultato d’esercizio di +197 mila euro nel 2019. “I risultati conseguiti nel 2019 - dichiarano Maurizio Carrara e Giuseppe Calicchio, rispettivamente Presidente del Consiglio di Indirizzo e Direttore Generale del PAT –, soprattutto nella gestione ordinaria, rafforzano ulteriormente il percorso di risanamento del Pio Albergo Trivulzio, che però potrà essere completato solo con l’adeguamento delle tariffe per le prestazioni sanitarie e assistenziali da parte degli Enti di riferimento”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    pio albergo trivulziopat






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
    LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
    Di Ernesto Vergani
    Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
    di Avv. Maria Grazia Persico*


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.