A- A+
Milano
Pisapia: "Del Debbio populista, Passera fa ridere. Io? Vincerei, ma..."

"Paolo Del Debbio? E' stato un buon assessore al comune di Milano in passato. Non mi piace assolutamente come lui adesso in maniera demagogica stia facendo la sua trasmissione su Rete 4". E' quanto pensa Giuliano Pisapia di uno dei nomi che maggiormente circolano a Milano come possibile candidato  - lato centrodestra - per la successione alla sua poltrona di sindaco. Ospite della trasmissione televisiva "Buongiorno Lombardia" su Telelombardia, Pisapia non si è tirato indietro nel dire la sua sulla corsa per Milano 2016 e sui possibili candidati. "E' una persona sicuramente intelligente e preparata che però cavalca il malcontento - ha proseguito la sua disamina su Del Debbio -. Io non accetto che si vanti di essere populista, è troppo facile essere populisti. Cavalcare il sentimento brutale di alcune persone è facilissimo, difficile invece è governare e Del Debbio lo sa benissimo".

L'avvocato è stato piuttosto tranchant anche nei confronti di Corrado Passera, già ufficialmente in campo con Italia Unica: "Passera mi fa ridere, mi fa ridere che mi critichi senza sapere nulla di Milano e dei milanesi. Dovrebbe prima informarsi. Lui improvvisamente ha pensato di fare il sindaco di Milano, ma prima dovrebbe conoscere i problemi dei milanesi. Corrado Passera sta prendendo tutti i lati negativi dei politici di professione".

Pisapia si è quindi soffermato sulle differenze tra lui e Matteo Salvini e sulla scelta - ribadita - di non ricandidarsi: "Lui è un politico di professione. Non ha fatto altro nella sua vita e spesso ha avuto anche due poltrone contemporaneamente: ci vuole una dignità politica. Io sono diverso, nella mia vita ho sempre lavorato e non sono attaccato alle poltrone. Non è una questione di stanchezza anche se governare in questo momento è difficilissimo, non mi ricandido ma mi occuperò della mia città sempre come un privato cittadino". "Per quanto mi riguarda non cambio idea - ha aggiunto -, mi occuperò della città da privato cittadino ma non mi ricandiderò. Non temo quello che è successo alla Moratti perchè i sondaggi del centrodestra dicono che io in questo momento batterei qualunque candidato della destra compresi Lupi e Gelmini.

SU NUOVO STADIO, MILAN E FIERA/ Il sindaco non ha tuttavia parlato solo di elezioni e dei possibili candidati di centrodestra, soffermandosi su altri temi dell'attualiità milanese. Così sulla situazione relativa alla querelle tra Milan e Fiera sul nuovo stadio e l'area Portello: "Prima di parlare vediamo il progetto del nuovo stadio del Milan perchè finora stiamo parlando sul nulla. Il progetto in comune non è nemmeno arrivato, vorrei sapere chi lo conosce questo progetto, lo conosce solo il Milan e la Fondazione Fiera. Noi abbiamo letto sui giornali di queste litigate. Io ho l'impressione che a questo punto il progetto in comune non ci arriverà nemmeno. Se poi non ci sarà nemmeno le compatibilità ambientale che noi richiediamo il progetto comunque non potrà andare avanti. Una cosa certa è che San Siro va valorizzato e non bisogna lasciarlo morire".

"LE MOSCHEE SONO BELLE"/ Altro tema caldissimo, quello del bando-moschee: ""Le moschee sono belle, basta andare in giro per il mondo, sono belle se sono tenute pulite e il decoro diviene una cosa valorizzata per loro e per il quartiere. Io dico no alla preghiera per strada come minacciano ora in viale Jenner, vadano a pregare nella moschea che ci sarà, non si può pregare per strada. Non è dignitoso nè per chi vive nel quartire di viale Jenner nè per chi crede in quella religione".

SEVESO, BENE RENZI/ Commenti anche sugli investimenti del Governo per il Seveso: "Ringrazio il Governo per l'investimento sul Seveso, finalmente si è partiti. Renzi sicuramente ha avuto attenzione per un tema che riguarda Milano, ha capito che questa era una priorità ed è passato dalle parole ai fatti perchè i soldi ci sono veramente. Si andrà avanti con le vasche di laminazione, chiaramente non per quest'anno. Facciamo le corna sulle condizioni meteo, ma in attesa delle vasche già dei passi avanti li abbiamo fatti pulendo il sottosuolo di Milano e quindi le esondazioni saranno più difficili. In caso di esondazione comunque abbiamo una organizzazione di pronto intervento e abbiamo acquistato delle paratie per evitare allagamenti di case e negozi".

MILANO-ROMA 6 A 0/ Infine, la soddisfazione per lo "stato di salute" della città di Milano: "Gli ultimi dati dicono che Milano sta volando: passando dalla mobilità alla cultura. Oggi c'è questa analisi ripresa dal New York Times e fa una differenza tra noi e la capitale: su sei grandi temi vinciamo sei a zero. Credo che i milanesi debbano essere orgogliosi di questa città"

Tags:
giuliano pisapiapaolo del debbiocorrado passeramatteo salvini






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.