A- A+
Milano
Procuratore Greco: “Carte a giornalisti”. Tribunale di Milano, svolta epocale

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.10 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

Forse qualcosa a livello di civiltà si sta muovendo. Da sempre, e chi ascolta Pane al Pane e Pinocchio lo sa, io mi batto perchè ci sia una certa civiltà sulla questione delle carte processuali. Mi spiego. Quando un'inchiesta finisce sui giornali ha sempre due peccati originali che non possono essere corretti. Il primo peccato è che di fatto i giornalisti riproducono l'unica cosa che hanno: le carte dell'accusa. Quindi i lettori pensano di leggere quello che è nei fatti, e invece leggono quello che sono le indagini, tutte da dimostrare, cariche di accuse perché questo sono: le carte dell'accusa. Il secondo difetto è che spesso queste carte vengono pubblicate in modo illegale. Nel senso che, letteralmente, vengono passate ai giornalisti che le pubblicano e il reato lo fanno non quelli che pubblicano ma quelli che le passano. Ma visto che quelli che le passano o sono magistrati o sono avvocati, tutto finisce in cavalleria salvo per il povero cristo che magari non ha manco avuto l'avviso di garanzia e già si trova i dettagli sui giornali. A questo si aggiunge il fatto che le carte le leggono i giornalisti, che devono estrarre e sintetizzare, magari da sintesi ed estratti già fatti dai carabinieri o dalla finanza sulle intercettazioni audio. Figuratevi il casino. E' il motivo per cui, su Affaritaliani.it Milano, abbiamo deciso già tempo fa di pubblicare integralmente le carte. Così almeno uno fa la fatica di leggersi l'intera vicenda e ha una informazione corretta. Detto questo possiamo concludere che la situazione attuale non è degna di un Paese civile. Così, ieri sono sobbalzato sulla sedia quando ho letto uno splendido articolo di Manuela D'Alessandro sul blog Giustiziami (QUI IL LINK). In pratica Greco ha convocato i giornalisti e ha detto loro: ecco qui ci sono i documenti su questo caso, già ripuliti da tutto quello che è illegale che esca. Ce li avete tutti insieme, andate in pace. Ora, è ovvio che si tratta dell'iniziativa della Procura di Milano. Ma è importante. Perché è un primo passo verso la civiltà nella gestione della giustizia italiana.

Commenti
    Tags:
    procura milanotribunale milano

    Regione Lombardia Video News








    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Gli avvocati lombardi contro lo sciacallaggio di chi sfrutta l'emergenza COVID
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Coronavirus. Roberto De Wan con la sua arte è in prima linea contro COVID-19
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Coronavirus: mancano le mascherine, ma presto avremo i bavagli
    di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.