A- A+
Milano
Iannetta (UISP Milano): la Regione toglie il diritto allo sport per tutti

Iannetta (UISP Milano): la Regione toglie il diritto allo sport per tutti

Con l’ordinanza della Regione emanata nella notte di venerdì 16 ottobre la Regione Lombardia toglie di fatto la possibilità a migliaia di sportivi di praticare sport a livello dilettantistico. Inasprendo le norme già presenti nell’ultimo DPCM impedisce alle società sportive di continuare non solo con i tornei e i campionati negli sport di contatto, ma anche di proseguire con i meri allenamenti e/o preparazione atletica, che invece possono condotti in totale sicurezza e rispetto dei protocolli, esattamente come gli sport non da contatto. La UISP di Milano si rende portavoce di tutto il mondo degli sportivi ai quali è stato tolto il diritto di praticare sport, anche se in condizioni di controllo ed in totale disparità con altre discipline.

“Non capiamo per quale motivo le migliaia di società sportive che si sono adattate con enormi sforzi, personali ed economici, ai protocolli di prevenzione debbano ora interrompere tutte le attività. - spiega Antonio Iannetta, dirigente UISP Milano - Specialmente troviamo illogico che all’interno di una stessa società sportiva, dove vengono effettuati tutti i controlli previsti dalla legge, non sia più possibile che gli atleti iscritti si possano allenare, magari limitando le attività alla preparazione tecnica senza procedere alle attività di "contatto", e di fatto garantire il loro stato di salute, bene primario in questo momento di emergenza sanitaria. Non permettere alle realtà sportive dilettantistiche di mantenere un regime di allenamento, magari anche limitato, comporterà la scomparsa del tessuto connettivo sportivo, la perdita di tante realtà ormai allo stremo, una ulteriore lesione all'equilibrio di vita dei cittadini.“

“Ci chiediamo, - continua Iannetta - dove sia stata la Regione in questi mesi, cosa abbia fatto per prevenire questa situazione e per implementare i meccanismi di controllo e prevenzione. Ci chiediamo perché ancora oggi non ci siano dei presidi territoriali per assisterei i cittadini in materia di sicurezza sanitaria. Arrivare a imporre questo lockdown dello sport è un fallimento delle politiche regionali.”
 

Loading...
Commenti
    Tags:
    regione lombardiadiritto allo sportcoronavirus

    Regione Lombardia Video News









    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Cinema. Terra di Siena Film Festival 2020. Le interviste di Alessandra Basile
    Redazione Trendiest News
    Il sonnellino della Ragione genera lockdown
    di Maurizio De Caro
    Nuove restrizioni? 10, 100, 1000 Napoli!
    Di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.