A- A+
Milano
Riparte il Milano Latin Festival. Con servizio di bodyguard... in rosa

Milano Latin Festival sarà dedicato alle popolazioni indigene, con speciale attenzione a quelle dell’America Latina. Grazie alla collaborazione con il Festival "Lo spirito del Pianeta" e con il suo presidente Ivano Carcano, sarà un’occasione importante per conoscere le popolazioni indigene di tutto il pianeta. Un’invasione di spiritualità e tradizioni, che vedrà la partecipazione dei gruppi folkloristici che animeranno il Festival.

Il 6 giugno, durante la serata di inaugurazione, saranno presentati i gruppi Incas Perù e Incas Bolivia. I primi sono discendenti diretti del grande popolo del sud America, i secondi portano le tradizioni dell’impero Inca con musiche, danze e riti suggestivi. L’obiettivo è indagare, diffondere e preservare la grande cultura dei popoli sud americani, attraverso la conoscenza dell’immensa ricchezza del proprio patrimonio culturale.

Il 7 giugno andrà in scena il coloratissimo gruppo Emberà di Panama, dalla provincia di Darien, e l’Omaguaca d’Argentina, composto da 49 comunità. Il giorno dopo sarà il turno dei Dessana del Brasile che mostrano una cultura nata più di duemila anni fa, e gli Incas del Perù. Presenti anche i Maya del Guatemala, artefici di monumentali architetture e di un patrimonio culturale ricchissimo, e i Quijos dell’Ecuador. Il 10 giugno imperdibile appuntamento con Aztechi e i Chichimeca Messico che intratterranno i visitatori con le loro incredibili sonorità. Spazio anche ai Rapanui del Cile.

Grazie alla serie di iniziative promosse da Hector Villanueva - Expo dei Popoli, delle Culture e della Solidarietà, il 24 giugno spettacolo in onore della Festa del Sole con Inti Raymi che metteranno in scena la tradizionale celebrazione Inca. A luglio omaggio alla Pachamama o Mama Pacha, la dea Terra dei popoli andini del sud America, venerata ancora oggi nella cultura Inca. 

La formula, vincente, è confermata: musica, danza, arte, artigianato, sapori, animazione e tanto altro ancora, alla scoperta di una cultura unica e suggestiva. Il patrimonio del mondo latino americano si presenta al pubblico per un evento speciale, una seconda edizione con una spinta di innovazione e gusto nuovo. Da 26 anni Assago è la capitale europea della cultura latino americana e quest'anno il Festival sarà dedicato alle popolazioni indigene del pianeta, con speciale attenzione a quelle dell’America Latina. Nuova è anche la location, più grande (18mila metri quadri), per ospitare ancora più persone e offrire sempre maggiori attrattive, vicina alla fermata della metropolitana di Assago Milanofiori. Alle porte di Milano, il Latin Festival offre l’opportunità di vivere la cultura latinoamericana in ogni suo aspetto, a partire dal divertimento. Una finestra sul mondo dell’America Latina con spazi dedicati alle Rappresentazioni Diplomatiche, Enti e Istituzioni, allo scopo di avvicinare il pubblico alle espressioni culturali, turistiche, storiche, artistiche e sociali del mondo latinoamericano. Un’atmosfera unica resa possibile non solo dall’unione tra musica, danze, artigianato e spettacoli, ma anche con i locali tipici che proporranno gusti e sapori insoliti e particolari, piatti sfiziosi che hanno fatto la storia di questi luoghi. Una grande festa, grazie alla stretta collaborazione tra Fabio Messerotti che ha portato la sua pluriennale esperienza del mondo latino, Roberto Bruno, organizzatore della parte di allestimento e scenografica e Nieves Machado responsabile culturale del Festival.

 

SI PARTE IL 6 GIUGNO

Per iniziare ad assaggiare quello che c’è in serbo per i visitatori, cosa c’è di meglio di una grande festa di inaugurazione. Alle ore 20, nella piazza centrale, davanti alla piramide Azteca, si potrà prendere parte a una cerimonia ancestrale in compagnia dei gruppi Sayaka Inka del Perù e Inkas 

Bolivia: un ringraziamento agli antenati, alla madre terra, al sole e alla natura, con un messaggio di buon auspicio per dare il via alla manifestazione. Alle ore 21, l’Orchestra dei popoli aprirà la serata con un coinvolgente concerto caratterizzato da un repertorio di musiche originali e brani della tradizione sud americana. Una vera e propria comunità artistica e musicale composta da bambini, ragazzi e adulti di diverse etnie e culture, uniti da un linguaggio universale: la musica.

SICUREZZA AL FEMMINILE 

Non solo divertimento
, ma anche sicurezza per le donne che non vogliono perdersi tutto il divertimento del Milano Latin Festival fino a tarda notte, e per chi, dopo una serata di bagordi, non può mettersi alla guida dell’auto.

La prima è il Bodyguard, un addetto alla sicurezza che, dopo mezzanotte, accompagna tutte le donne sole che hanno preso parte alla manifestazione direttamente all’auto, per farle sentire sicure anche fuori dalle mura del Festival.

La seconda è destinata a chi vuole concedersi più di un bicchiere dei cocktail alcolici della tradizione latina e deve poi evitare di mettersi alla guida perché positivo all’alcool test. Chi si accorge di aver superato il limite consentito, per la sicurezza propria e degli altri, può fermarsi nell’area sosta, creata appositamente per chi deve evitare di mettersi alla guida.

SALONE DELLE NAZIONI

Ogni giorno è buono per scoprire e approfondire la cultura latinoamericana. Il Salone delle Nazioni propone incontri e appuntamenti dedicati proprio alla conoscenza di tradizioni uniche. Grazie alla collaborazione con i Consolati, il contributo di associazioni, personalità internazionali e artisti, ogni giorno sarà dedicato alla scoperta di un territorio. Si parte con Hecho en El Salvador con el Corazòn, organizzato dal Consolato Generale di El Salvador a Milano. Il 14 giugno da non perdere il suggestivo omaggio al Signore dei Miracoli, una mostra storico artistica del Señor del los Milagros del Perù, una delle manifestazioni di fede popolare più grandi al mondo. In più, un omaggio all’etnologa peruviana Judith Sanders, organizzato dalla giornalista Norma Pitman. Dal 24 giugno, settimana dedicata all’Uruguay, dal 5 luglio va in scena la Repubblica Bolivariana del Venezuela e, a seguire, l’Argentina che festeggia il 200esimo anniversario dell’Indipendenza. A luglio si parla anche di Messico, Brasile, Paraguay, Cuba e Perù, con i giorni a loro dedicati. Ad agosto si celebra non solo la Bolivia, ma anche l’Ecuador con la Festa Nazionale del 10 agosto.  Il 14 agosto si terrà un evento davvero speciale: Ecuador Solidario eres tú, un concerto organizzato in collaborazione con il Consolato Generale dell’Ecuador a Milano. Una giornata di festa che vedrà metà dell’incasso devoluta a sostegno delle vittime del terremoto dello scorso aprile in Ecuador.

Presente al Salone delle Nazioni anche il Progetto 7Lune, impegnato a diffondere la cultura ispanoamericana in Italia, che proporrà mostre di tele di arte sacra, letture e poesie, cartoline artistiche in tema immigrazione, artigianato e tanto altro ancora. Protagonista del Festival è anche a solidarietà con spazi dedicati alle associazioni di volontariato che intendono presentare al pubblico i propri virtuosi progetti. 

Il 9 agosto grande festa per la Giornata Internazionale dei Popoli Indigeni del Mondo ONU, una festa dell’integrazione per promuovere il valore della diversità, sempre a cura di Expo dei Popoli,

delle Culture e della Solidarietà. Esibizioni, spettacoli, sfilate saranno solo alcun degli elementi di intrattenimento della serata.

Il 15 agosto si chiuderà la rassegna con un omaggio alla Giornata Mondiale del Folklore: il Gran Carnevale, con la partecipazione di gruppi provenienti dai diversi paesi del mondo che proporranno musiche eseguite su antichi strumenti che riproducono i suoni della natura, mentre le voci saranno omaggi ai versi degli animali, per celebrare la natura e le divinità. 

 

LE FESTE NAZIONALI COME TRADIZIONE AL FESTIVAL

 

Venezuela: 5 luglio

Argentina con il bicentenario: 9 luglio

Colombia: 20 luglio

Cuba: 26 luglio

Perù: 28 luglio

 

Bolivia: 6 Agosto

Ecuador: 10 Agosto

 

EVENTI SPECIALI

«Abrazo Futbolero - Copa America Centenario 1916-2016»

Milano Latin Festival ospiterà per l’intero periodo la mostra dedicata al centenario della Copa America ideata dall’artista di origine argentina Vito Josè Arena. La mostra è un omaggio al calcio sudamericano e un messaggio di fratellanza per tutti i tifosi.  L’esposizione fa parte dell’ABRAZO, un progetto artistico più ampio, che promuove un grande abbraccio simbolico in occasione di grandi eventi internazionali. Anche in questa mostra, l’artista Vito Josè Arena vuole portare un messaggio di fraternità e pace nel mondo dello sport e lo fa attraverso “The Futboleiros”, una collezione artistica che si ispira a MILO, il personaggio simbolo e anima della performance, ambasciatore dell’Abrazo nel mondo. Nell’esposizione i personaggi rappresentano le 16 squadre di calcio che partecipano negli Stati Uniti alla Copa América Centenario: 

ARGENTINA, BOLIVIA, BRAZIL, CHILE, COLOMBIA, ECUADOR, PARAGUAY, PERU, URUGUAY, VENEZUELA, COSTA RICA, JAMAICA, MEXICO, USA, PANAMA, HAITI.

 

I CONCERTI_TALENTO LIVE!

Ed è proprio la musica la protagonista indiscussa del Festival che si presenterà al pubblico in tutte le sue sonorità, alla scoperta di un mondo lontano solo geograficamente. Quest’anno il calendario dei concerti è ancora più ricco: sul palco del Festival di Assago saliranno talenti del panorama internazionale, pronti a intrattenere con la loro arte gli appassionati di musica e chi vuole scoprire un mondo fatto di armonie nuove.

Il 9 giugno va in scena l’orchestra di salsa La Maxima 79; il 17 giugno è il turno di Maykel Blanco y su salsa Mayor insieme a Maykel Fonts. Il 23 Giugno, dalla Repubblica Dominicana, arrivano i Dominic Marte, Il 6 luglio l’imperdibile concerto del percussionista cubano Elio Revé y su Charangon che festeggia 60 anni di carriera, mentre il 13 luglio sarà protagonista André Rio. Il 14 luglio saliranno sul palco Los 4 e il 27 luglio Los Desiguales. Il 28 luglio, in occasione della Fiesta Nacional del Perù, imperdibile concerto di Lucía De La Cruz. Il 10 agosto sarà una serata caldissima, grazie al trombettista cubano Alexander Abreu y Havana D’Primera.

 

MUSICA E DANZA

A rendere ancora più ricco il Festival ci saranno dj del calibro di Napo, Flipper, Engel, Ivan Venot, Ferri e Pupo che proporranno un repertorio a 360 gradi: dalla discoteca al latino, la musica sarà la protagonista per chi vuole lanciarsi sulla pista da ballo. Il tradizionale salsodromo farà danzare fino a notte fonda. In programma tanti eventi in collaborazione delle scuole di danza e associazioni che ogni sera coinvolgeranno il pubblico con i ritmi di salsa, merengue, bachata e tutto il panorama della musica latinoamericana. Il meglio dell’animazione con Milano Sensual Night, Latin Hypnotic, LatinGEM, Il Battito, Ciccio Panarello, Estudio Tropical, Banda Latina Social Club, Game Dance & Fitness, Bailaconmigo, Yamambò e tante altre ancora.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milano latin festivalbodyguardlatin festival






A2A
A2A
i blog di affari
Trieste, repressa la protesta pacifica: l'immagine del golpe globale
Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.