A- A+
Milano
Sala provoca: "Dipendenti pubblici, stipendi più alti a Milano che al Sud"
Giuseppe Sala

La provocazione di Sala: "Dipendenti pubblici, stipendi più alti a Milano che al Sud"

"Capisco che sia un discorso difficile da fare, ma e' chiaro che se un dipendente pubblico, a parita' di ruolo, guadagna gli stessi soldi a Milano e a Reggio Calabria, e' intrinsecamente sbagliato, perche' il costo della vita e' diverso": le parole del sindaco di Milano Beppe Sala, pronunciate in una diretta Facebook con InOltre - Alternativa Progressista, hanno aperto un vivace dibattito "Sono temi che apparentemente sono difficili da gestire, ma adesso o mai piu'. Non dobbiamo buttare via niente del buono che c'era, ma non si puo' tornare interamente alla situazione di prima, bisogna approffittare di questa situazione per cambiare un po' le regole del gioco", ha aggiunto Sala.

Contro le parole del primo cittadino milanese la leader della Cisl, Annamaria Furlan, per la quale e' "antistorica la diversificazione salariale tra i dipendenti pubblici del Nord e del Sud. Al sindaco Sala vogliamo ricordare che oggi piu' di ieri il tema da affrontare e' come unire il nostro paese e non dividerlo ulteriormente", aggiunge. "Bisogna superare gli enormi divari infrastrutturali e dei servizi sociali tra le regioni del Nord e quelle del Sud e alzare tutti i salari e le pensioni con una tassazione inferiore ed attraverso una contrattazione dinamica che sia nel pubblico impiego sia nei settori privati punti ad aumenti salariali nazionali, aziendali e territoriali legati alla produttivita', alla qualita', all'efficienza, alla sicurezza del lavoro - prosegue Furlan -. Il mondo del lavoro non ha bisogno di proposte estemporanee dal sapore populistico e demagogico che fanno solo confusione. Nel merito, i lavoratori pubblici hanno diritto ad un salario dignitoso a prescindere dalla loro origine e collocazione geografica nel territorio nazionale".

Ha commentato la proposta anche il ministro per gli Affari europei, Enzo Amendola: «Non voglio polemizzare  con  Sala  ma  il  problema  non  è  quello  delle  gabbie. La sua proposta non è condivisa,  non  solo  dalla  politica,  ma dai sindacati. La pubblica amministrazione deve essere trasformata, e con il decreto semplificazioni stiamo lavorando per eliminare ritardi e burocrazie, ma è responsabilità nazionale, non delle singole parti del Paese».

Il   sindaco di  centrosinistra  di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ha risposto così: «Vero che un caffè a Milano costa di più ma Sala conosce i costi di treni e aerei dal Sud  al  resto  del  Paese?  Conosce  le  difficoltà  quotidiane  cui vanno  incontro  i  lavoratori  al Sud per l’assenza atavica di infrastrutture e servizi? Dovrebbero essere pagati il doppio. Credo  che  dovremmo essere capaci di fare squadra e affrontare insieme i problemi, non spararle grosse sui social. Da Sala mi aspetto scuse".

Contro Sala anche i vescovi calabresi ed in particolare l'arcivescovo di Reggio Giuseppe Fiorini: ": "«Sala  di  fatto  afferma che il valore del lavoro è differente tra Nord e Sud perché lo è il costo della vita, parole che rimandano  alle  ‘gabbie  salariali’ di lontana memoria. Con il medesimo stipendio dei lavoratorid i Milano, qui a Reggio occorre industriarsi per mantenere i figli fuori a studiare, andare a curarsi in ospedali decenti, spostarsi a causa di una rete di trasporti inadeguata, per affrontare le situazioni di bisogno e povertà a fronte di politiche sociali inesistenti. E questi sono solo alcuni esempi".

Ha invece difeso Sala la deputata Pd Lia Quartapelle: «Il tenore di vita dei dipendenti pubblici non è monopolio del sindacato. E il sindacato farebbe bene a tenere conto nell contrattazione che il costo della vita è diverso nelle diverse zone d’Italia.  Non  pare  giusto  zittire Sala perché se ne preoccupa».

Loading...
Commenti
    Tags:
    stipendi milanostipendi sudgiuseppe sala










    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Rinnovo del passaporto tra genitori separati o in pessimi rapporti: come fare?
    di Avv. Flaminia Rinaldi*
    Una sceneggiatura teatrale scritta dall'intelligenza artificiale
    Maurizio Garbati
    Governo? Sì alle critiche anche se la maggioranza degli italiani non capisce
    Di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.