A- A+
Milano
Scala, stipendio del sovrintendente Pereira "non oltre i 240mila euro"

Il cda della Scala ha definito i termini del contratto di Alexander Pereira; il sovrintendente, confermato alla guida del teatro per i prossimi cinque anni a partire dal 16 febbraio, riceverà uno stipendio "fissato in conformita' al limite massimo normativamente previsto in 240 mila euro annui onnicomprensivi, adeguabili in caso di aggiornamento della normativa sui limiti retributivi", fa sapere la Scala. Pereira avra' con il Piermarini un vincolo di esclusiva "derogabile purche' per attivita' non in concorrenza con la fondazione e previa autorizzazione del cda". Il cda ha inoltre esaminato il programma della stagione 2015/2016, che sara' presentato a maggio.

Il cda del teatro alla Scala di Milano parlera' approfonditamente dei conti del 2015 e 2016 in una prossima riunione, quando sara' disponibile il bilancio 2015 rivisto e si chiarira' il nodo dei fondi statali destinati al teatro. Lo hanno spiegato i consiglieri della fondazione che governa la Scala al termine di una riunione durata oltre due ore. "Non abbiamo parlato di budget perche' aspettiamo ancora la decisione del ministero ed e' complicato fare valutazioni", ha spiegato il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che presiede la fondazione. "C'e' stata un'illustrazione - ha detto il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni, entrato nel cda lo scorso 16 febbraio - ma mancava un documento, la rivisitazione del bilancio 2015, che abbiamo chiesto venga presentata. Sara' fatto, ma oggi non e' stato discusso ne' approvato nulla".   

Il cda ha parlato invece del concerto del 30 aprile in piazza Duomo, con Andrea Bocelli e l'orchestra e il coro della Scala alla vigilia dell'inaugurazione dell'Expo. "Si e' sottolineato che lo spettacolo alla vigilia della 'Turandot' e' molto delicato per tante ragioni, vedremo cosa succedera'", ha spiegato Francesco Micheli, che ha ammesso che l'argomento e' particolarmente spinoso "anche per ragioni sindacali". "C'e' stata una serie di interventi su questo", ha aggiunto Maroni. A un prossimo incontro del cda e' rinviata anche la questione dell'autonomia del teatro. I consiglieri sono stati tutti concordi nel giudicare positivamente la stagione 2015/2016. "Ci sara' un salto di qualita', con delle scelte che riguardano i balletti e una serie di opere italiane", ha detto Pisapia. "La stagione e' stata apprezzata da tutti", ha affermato Giovanni Bazoli, presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo. "E' una bellissima stagione", il commento di Micheli.

Tags:
alexander pereirascala







A2A
A2A
i blog di affari
E' nata la figura del “Servo di Stato”. Con Draghi il popolo diventa cagnolino
di Maurizio De Caro
"Tutti in presenza". Nessun obbligo vaccinale per la scuola
Passa la linea Draghi: via libera all'agenzia cyber


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.