A- A+
Milano
Segrate, offrì mazzetta a sindaco. Pm: 4 anni e 4 mesi a Del Giudice

Segrate, offrì mazzetta a sindaco. Pm: 4 anni e 4 mesi a Del Giudice

Condanna a 4 anni e 4 mesi di reclusione per Giuseppe Del Giudice, consigliere comunale di Forza Italia di Segrate (MI), per istigazione alla corruzione nei confronti dell'allora sindaco del comune dell'hinterland milanese, Paolo Micheli, che poi lo denuncio'. Respinta invece la richiesta di risarcimento per danni avanzata dall'amministrazione comunale. La vicenda riguarda un appalto ventennale da 20 milioni. Come si legge nel capo di imputazione, nell'estate 2016 "in violazione dei doveri inerenti la pubblica funzione di Consigliere Comunale del Comune di Segrate" avrebbe offerto al sindaco 'una somma non inferiore a 600.000 euro', affinche' favorisse, con atti contrari ai doveri di ufficio, l'affidamento dei 'lavori di adeguamento, messa a norma', anche sotto il profilo del risparmio energetico, dell''impianto di pubblica illuminazione' e dei semafori di tutta la cittadina, la societa' da lui sponsorizzata la quale, pero', dall'inchiesta non e' risultato alcun suo coinvolgimento come parte attiva nella presunta corruzione". Come specifica l'ANSA in merito, il tentativo da parte di Del Giudice di fare andare a buon fine 'l'affare', per il pm ,sarebbe avvenuto nonostante la proposta presentata dall'impresa da lui caldeggiata all'ente locale, e "dichiarata di pubblico interesse dalla precedente Giunta", fosse gia' stata da Micheli "'volutamente accantonata perche' ritenuta antieconomica' rispetto alle condizioni dell'offerta Consip".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    segratemazzette segratedel giudicegiuseppe del giudice






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Ddl Zan, e se un ragazzo dicesse di essere un coccodrillo?
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Ddl Zan affossato, la proposta liberticida coerente con il pensiero unico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Perugia, un “Green Table” per la cultura ambientale del mondo
    di Maurizio De Caro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.