A- A+
Milano
Segre, 600 sindaci sfilano a Milano. In Galleria cantano Bella Ciao
Sindaci in piazza a Milano per Liliana Segre

Segre, 600 sindaci sfilano a Milano: "Cancelliamo l'odio e l'indifferenza"

Folla a Milano per la manifestazione 'Io non odio' organizzata dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e da quello di Pesaro, Matteo Ricci, in solidarieta' alla senatrice a vita ed ex deportata dei campi di concentramento, Liliana Segre. Una marcia contro l'odio e il razzismo a cui hanno partecipato oltre 600 sindaci da tutta Italia. Tutti hanno partecipato con una fiaccola in mano. La senatrice a vita: "Cancelliamo parole odio e indifferenza" . QUI e QUI i video dei momenti culminanti della manifestazione.

Segre: senatrice a sindaci,abbracciamoci in catena umana d'amore

"Stasera in questa piazza non c'e' indifferenza ma un'atmosfera di festa: cancelliamo tutti insieme le parole d'odio e indifferenza e abbracciamoci in una catena umana di empatia che ci faccia uomini e donne giusti e forti. Esseri umani liberi nelle loro scelte di vita". Questa l'esortazione della senatrice a vita, Liliana Segre, ai sindaci e ai cittadini radunati in piazza della Scala dopo la marcia partita da piazza Mercanti. "Da madre oggi guardo negli occhi questi meravigliosi figli con la fascia tricolore e tutti i semplici straordinari cittadini che sono venuti qui a testimoniare e per gridare 'basta odio, parliamo d'amore'" ha concluso la senatrice. 

Le fasce tricolori si sono radunate in piazza dei Mercanti per poi proseguire un inedito percorso verso la Galleria Vittorio Emanuele. Fra i primi cittadini che sono arrivati ci sono il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori e quello di Palermo, Leoluca Orlando; per Bologna Virginio Merola, per Firenze, Dario Nardella, oltre al presidente dell'Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, e alla sindaca di Torino Chiara Appendino. Il finale del corteo si terra' in Piazza della Scala, di fronte alla sede del Comune di Milano, con l'intervento della senatrice. Insieme ai sindaci in piazza ci sono centinaia di persone, arrivate per partecipare alla manifestazione.

Segre: corteo sindaci in Galleria canta Bella Ciao

Il corteo dei 600 sindaci a cui si e' unita la senatrice a vita, Liliana Segre, ha attraversato la Galleria Vittorio Emanuele II di Milano cantando le note di Bella Ciao. Al passaggio del corteo le persone schierate ai lati della Galleria hanno applauso la senatrice a vita, affiancata dai sindaci di Milano e Pesaro, Giuseppe Sala e Matteo Ricci, e urlano il suo nome in segno di sostegno. 

Sala: "Soddisfattissimo per l'esito della marcia"

"Soddisfattissimo" per la marcia di solidarieta' per la senatrice a vita Liliana Segre che ieri sera a Milano ha raccolto centinaia di sindaci da tutta Italia, il sindaco Giuseppe Sala. Intervenendo a Radio Popolare ha spiegato: "Al di la' delle ragioni che ci hanno portato in piazza penso che viviamo in un momento in cui sembra che da una parte ci sia il popolo che si mobilita, a partire dalle Sardine, di cui ho rispetto assoluto e dall'altra parte la politica. Forse i sindaci hanno la capacita' di garantire questa cerniera, possono essere loro piu' vicini alla gente. Hanno un'immagine positiva, per cui ci si fida un po di piu'". Adesso - aggiunge - mi auguro che i 600 sindaci" siano coerenti con le parole, perche' se "diciamo che non vogliamo piu' odio poi nella nostra vita personale e politica di ogni giorno dobbiamo dimostrare che nei fatti siamo cosi'".


Così alla vigilia dell'evento il sindaco di Milano Beppe Sala:  "Penso sia giusto che domani" alla 'marcia dei sindaci' "prenda la parola solo la senatrice a vita Liliana Segre, a conclusione della manifestazione perche' la politica portera' la sua testimonianza e la voglia di essere la scorta della senatrice". Alla manifestazione 'L'odio non ha futuro' la senatrice ed ex deportata nei campi di concentramento "si unira' alla marcia dall'Ottagono e sara' bello percorrere insieme la Galleria Vittorio Emanuele II" nella parte finale. Al termine dell'iniziativa dunque "aspettiamo le sue parole", ha concluso Sala.

"L'odio non ha futuro. Roma aderisce alla manifestazione che si terra' domani a Milano in favore di Liliana Segre, dopo gli insulti e le minacce intollerabili che ha ricevuto. Tutti insieme contro odio e razzismo". Lo scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi su Twitter.

Segre: Zingaretti, a Milano l'Italia migliore

 "Bellissime le immagini che arrivano da Milano della manifestazione di solidarieta' per Liliana Segre con piu' di 600 sindaci da tutto il Paese. L'Italia migliore e' questa che combatte unita contro ogni forma di odio, siete, siamo dalla parte giusta della Storia". Cosi su Fb Nicola Zingaretti. 


Un invito dalla Fondatrice di Parole O_Stili affinché l’odio non abbia futuro

Rosy Russo ha lanciato oggi in occasione della manifestazione “L’Odio non ha futuro” un appello ai 600 sindaci presenti in piazza a firmare il Manifesto della Comunicazione non Ostile: 10 principi per contrastare l’odio in Rete e sostenere un uso consapevole del linguaggio. Un impegno per contrastare “Lo spettro dell’hate speech” che “dalla vecchia Europa attraversa il pianeta creando nuovi mostri digitali”, come ha scritto la Senatrice Liliana Segre nella lettera inviata all’associazione in occasione della terza edizione dell’incontro annuale.

“È urgente prendere una posizione contro l’odio e la violenza delle parole, e noi qui in piazza lo stiamo facendo. Invito tutti i sindaci a sottoscrivere il Manifesto della Comunicazione non Ostile affinché si facciano promotori di un confronto in cui ‘Gli insulti non sono argomenti’, come dice il nono principio del Manifesto – afferma Rosy Russo, fondatrice di Parole O_Stili - Tutta la community di Parole O_Stili è quotidianamente al fianco della senatrice Segre: lo è con parole giuste che cercano di farsi ponte tra più parti, lo è anche con le azioni di sensibilizzazione nelle scuole, nelle istituzioni fino ad arrivare alle aziende. Perché, come ci ha scritto la stessa senatrice, siamo "umanità digitale" ed è quindi nostra responsabilità trovare una nuova, moderna e sostenibile visione dei social media e della comunicazione."

Sono già tantissimi i politici e le istituzioni appartenenti a tutti gli schieramenti che hanno firmato il Manifesto. Tra i sottoscrittori ci sono oltre 200 sindaci italiani: i rappresentanti di tutti i comuni della Basilicata e altri, tra cui Milano, Torino, Firenze, Bari, Palermo, Padova, Ferrara, Lecce, Bergamo, Novara. Circa 20 sindaci firmatari erano presenti oggi alla Manifestazione.

ASSESSORE BOLOGNINI A MARCIA SINDACI: IMPORTANTE ESPRIMERE VICINANZA E SOLIDARIETÀ A LILIANA SEGRE

L’assessore regionale alle Politiche sociali, abitative e Disabilità, Stefano Bolognini, in piazza coi sindaci e gli amministratori alla marcia per Liliana Segre. “Importante che tutte le istituzioni esprimano vicinanza e solidarietà alla senatrice Segre per le gravi minacce ricevute e siano in prima linea con i cittadini contro ogni forma di odio e di razzismo che si manifesti nel nostro paese”. 

Loading...
Commenti
    Tags:
    liliana segresindaci segremanifestazione milano segreodio non ha futuro

    Regione Lombardia Video News








    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Dalla Sardegna al Mondo: Nausdream lancia una campagna di equity crowdfunding
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Cartelle mai notificate? condannato il concessionario
    Pagamenti pos, finlandesi indebitati. Ecco perché tolgono i contanti in Italia
    di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.