A- A+
Milano
Sicurezza, "Silent call", l'App di Areu per le donne aggredite

L'applicazione "Where are u", sviluppata dall'Azienda regionale emergenza urgenza (Areu) di Regione Lombardia, si arricchisce di una nuova funzione. "Silent call" (chiamata silenziosa), realizzata in collaborazione con l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda), permetterà a chi si trovi in pericolo e non possa comunicare con l'operatore, come succede spesso alle donne aggredite, di essere localizzata in tempo reale ed essere prontamente soccorsa. "Where are u" è l'app di telesoccorso collegata alle centrali del numero unico di emergenza (Nue) della Lombardia, che consente di effettuare una chiamata gratuita al 112 con il contestuale invio della posizione esatta del chiamante, rilevata attraverso il sistema satellitare Gps. Disponibile gratuitamente sugli App store di iOS, Android e Windows Phone (o sul sito www.areu.lombardia.it previa registrazione), l'app, di proprietà di Areu, sarà a disposizione di tutti i call center del Numero Unico di Emergenza 112 che nasceranno in Italia. Nel caso in cui il Nue 112 non fosse ancora disponibile, è comunque possibile usare l'applicazione per chiamare i tradizionali numeri di emergenza: 113, 115, 118 e 112 dei carabinieri.

Tags:
silent callareuaggressioneviolenza







A2A
A2A
i blog di affari
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati
Green pass obbligatorio, nuovo mezzo di schedatura totalitaria dei sudditi
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Coordinatore genitoriale, tribunale lo impone: chi è? Posso rifiutarmi?
di Michela Carlo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.