A- A+
Milano
Targa apologia fascismo al Cimitero Monumentale
Cimitero monumentale, il Famedio

Targa apologia fascismo al Cimitero Monumentale

"Una targa di aperta apologia del fascismo e a ricordo dei criminali squadristi della prima ora e' stata posta, al Cimitero Monumentale, da Memento, diretta emanazione di Lealta' e Azione, davanti al monumento espressamente voluto da Mussolini", rende noto Roberto Cenati, Presidente Anpi Provinciale di Milano. "Tale azione provocatoria suona come offesa alla Memoria di tutte le vittime della persecuzione nazifascista. L'Amministrazione Comunale e' intervenuta e, in accordo con la Polizia Locale, sta provvedendo alla immediata rimozione della targa apologetica del nefasto centenario della nascita dei fasci di combattimento a Milano". L'ANPI Provinciale di Milano ha in programma una manifestazione che si terra' alle 9,30 al Cimitero Monumentale il 23 marzo, davanti al Monumento al Deportato, simbolo della risposta degli antifascisti al 'pellegrinaggio' di reduci della Repubblica di Salo' alla cripta degli squadristi fatta erigere, nel cimitero Monumentale, da Mussolini nel 1925, dopo l'omicidio di Giacomo Matteotti. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    monumentalefascismo






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Green Pass, uno strumento di discriminazione e di controllo biopolitico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    La CGIL è la stampella dei padroni
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Green pass, arriva il 15 ottobre: l'Italia dice addio alla propria libertà
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.