A- A+
Milano
Trenord: finito Expo (e salutato Tronca), ricominciano gli scioperi

Cala il sipario su Expo, ricominciano gli scioperi: venerdì 6 novembre dalle 9 alle 17 i ferrovieri Trenord incroceranno le braccia. E non c'è più il prefetto Francesco Paolo Tronca, chiamato a Roma, a precettare i lavoratori come nel semestre dell'esposizione europea. "I treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord potranno subire ritardi, variazioni o cancellazioni. Coinvolti anche i collegamenti aeroportuali Milano Cadorna/Milano Centrale - Malpensa Aeroporto e Malpensa Aeroporto - Bellinzona per i quali però sono previsti  -  spiega una nota - autobus per l'eventuale sostituzione delle corse non effettuate. Viaggeranno i treni che da orario ufficiale sono previsti in partenza entro le ore 9 con orario di arrivo a destinazione finale entro le ore 10. Pur non essendo coinvolte le fasce orarie di garanzia, potranno verificarsi ripercussioni sia prima dell'inizio dello sciopero sia dopo la sua conclusione".

Lo sciopero è stato proclamato da Filt Cgil e Uil Trasporti. "Siamo stati traditi  -  spiega il segretario generale della Filt Cgil Lombardia Rocco Ungaro - perché le condizioni di lavoro dei lavoratori che fanno girare ogni giorno i treni dei pendolari non sono migliorate, anzi gli accordi aziendali sui turni sono stati disattesi".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
expotrenordfrancesco paolo troncarocco ungaro






A2A
A2A
i blog di affari
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
Angelo Andriulo


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.