A- A+
Milano
"Trenord, sette treni lasciati a marcire": interrogazione M5S

Sette treni ex LeNord rottamati e lasciati in stato di abbandono per anni, nonostante un contratto di servizio prevedesse il loro "revamping" per la rimessa in circolazione con ben 30 milioni di euro. Il gruppo regionale del Movimento 5 stelle ha presentato una interrogazione a firma di Iolanda Nanni per vederci più chiaro. “E’ l’ennesimo spreco di materiale rotabile facente parte della ex flotta LeNord e che Trenord si era impegnata a riqualificare e rimettere in circolazione con un investimento di 30 milioni di euro - commenta la consigliera -. In questo caso, il danno è assai grave perché si tratta di 7 treni composti da 28 carrozze a doppio piano che hanno ottime doti di capienza, fra le migliori di tutto il parco rotabile lombardo e, una volta sottoposte a revamping, avrebbero garantito all’utenza lombarda anche buoni standard qualitativi di viaggio.  Queste carrozze che, da contratto di servizio, avrebbero dovuto essere rimesse in circolazione già nel 2013, sono invece state lasciate in totale abbandono prima presso lo scalo di Novara Boschetto, dove hanno subito gravi atti vandalici, poi a Garbagnate.”

“Ci domandiamo – continua Nanni – perché, in un momento storico di poderosi tagli al trasporto pubblico locale e, in carenza di materiale rotabile, sia per Expo, sia per soddisfare la crescente domanda, si sia operata una scelta tanto scellerata come quella di abbandonare le carrozze a marcire, mentre – al contrario – si sarebbero potuti risolvere almeno parzialmente i problemi attuali dell’utenza. Nella nostra interrogazione – conclude Nanni – chiediamo conto all’assessore regionale ai Trasporti, Alessandro Sorte, di riferirci che fine hanno fatto i 30 milioni di euro, previsti dal Contratto di Servizio e destinati al revamping di questi 7 treni e chiediamo anche conto su chi ha deciso l’accantonamento di altre 39 vetture a doppio piano che, allo stato attuale, avrebbero potuto dare ossigeno al crescente sovraffollamento dei treni lombardi”

Tags:
iolanda nannitrenordregione lombardia







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, a cosa serve realmente la tessera verde?
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.