A- A+
Auto e Motori
Mercedes-Benz Classe C: una storia tutta da raccontare

“Baby-Benz”: la chiamavano così i clienti in America del Nord danno inizialmente alla serie W 201, capace di trasferire con successo i valori del marchio Mercedes-Benz in un nuovo segmento di mercato. E’ solo nel 1993, quando cambiano le denominazioni dei modelli, che la “Baby-Benz” diventa la Classe C. Dopo la Classe S, è la seconda famiglia di modelli Mercedes-Benz con questo tipo di denominazione.

La storia di Mercedes-Benz Classe C. L’esordio della classe compatta Mercedes-Benz nel 1982 dà il via a un futuro doppiamente brillante: è l'inizio della tradizione della Classe C. Un assoluto best seller della Stella che prosegue oggi con la nuova generazione. La ‘Baby Benz’ oggi è diventata adulta e ribadisce la propria leadership di ammiraglia del segmento attraverso importanti innovazioni e una gamma completamente elettrificata e declinata in sei versioni: Business, Sport, Premium, Sport Plus, Premium Plus e Premium Pro.

Con la berlina, la station wagon, la coupé e la cabriolet, Mercedes-Benz Classe C è oggi tanto versatile quanto di successo, ed è completata da EQC completamente elettrico, da GLC e da GLC Coupé. La solida storia di questa famiglia di modelli, inizialmente introdotta sul mercato quasi 40 anni fa come classe compatta, inizia con una piccola rivoluzione: i modelli 190 e 190 E della serie W 201 completano le serie già consolidate del segmento superiore e di lusso (Classe S) e della classe media superiore (in seguito Classe E) con una berlina più compatta e intelligente. Mercedes-Benz diversifica sempre di più la classe compatta: nel 1993, la serie W 201 è seguita dalla serie 202 (berlina dal 1993 al 2000, station wagon dal 1996 al 2001). Per la prima volta, si chiama Classe C e comprende una versione station wagon. La coupé sportiva arriva con la serie 203 (berlina dal 2000 al 2007, station wagon dal 2001 al 2007, coupé sportiva dal 2000 al 2011 – dal 2008 come CLC). Nella serie 204 viene sostituita dalla coupé (berlina e station wagon dal 2007 al 2014, coupé dal 2011 al 2015). Nella serie 205 (berlina, berlina a passo lungo e station wagon dal 2014, coupé dal 2015 e cabriolet dal 2016) viene inserita la cabriolet come quarta variante carrozzeria. La Classe C ha anche altri parenti: SLK (dal 1996) e SLC (fino al 2020), GLC (dal 2008, inizialmente nota come GLK), GLC Coupé (dal 2016) e EQC completamente elettrico (dal 2019). Dal debutto della 190, sono stati consegnati oltre 10 milioni di sole berline e station wagon a clienti in tutto il mondo. La nuova Classe C della serie 206 sarà lanciata nella primavera del 2021. Da tenere d’occhio le varianti elettrificate…

 

 

 

Commenti
    Tags:
    mercedes benzclasse c
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Mette l'insegna Autogrill e apre L'idea di un ristoratore siciliano

    A proposito di Covid...

    Mette l'insegna Autogrill e apre
    L'idea di un ristoratore siciliano

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, Italia bersaglio di perturbazione fino a maggio. Pioggia, neve e vento

    Meteo, Italia bersaglio di perturbazione fino a maggio. Pioggia, neve e vento



    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Wayel presenta il nuovo scooter W3 100% elettrico

    Wayel presenta il nuovo scooter W3 100% elettrico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.