A- A+
Auto e Motori
Mercedes Classe G festeggia 400.000 unità prodotte dal 1979

Era il 1979 quando entra in produzione, Classe G icona off-road ha raggiunto il traguardo di 400.000 unità prodotte. A celebrare questo anniversario è stata una G 400 d rossa, uscita dalla linea di produzione di Graz. L'auto è destinata ad un cliente di lunga data della Renania, un fan di questo iconico modello dal 1979, oggi proprietario di ben 20 modelli. Il suo motto? "Non posso stare senza la G." 

Il sub-brand G svolge un ruolo chiave nel riallineamento strategico di Mercedes-Benz che si concentra su un'esperienza di lusso emozionante, elettrica, basata su software e sostenibile. Per quanto riguarda quest'ultimo punto, Mercedes-Benz sta portando anche i suoi fornitori a bordo, nel suo viaggio verso la neutralità in termini di emissioni di carbonio. Il partner di produzione di Classe G, Magna Steyr di Graz, è strategico in questo senso. Come in tutti gli stabilimenti Mercedes-Benz AG, infatti, anche la produzione di Magna Steyr sarà CO2 neutral entro il 2022. Oltre a proteggere il clima, la tutela delle risorse è, infatti, una priorità assoluta. La riduzione del consumo idrico e dei rifiuti, anche attraverso cui l'aumento dei processi di riciclaggio, sono componenti fondamentali della strategia di sostenibilità di Magna.

La nuova Classe G è stata rinnovata nell'estate 2018. Sia su strada che in off-road, indipendentemente dalle condizioni di guida, sorprende ancora di più per le sue prestazioni, i sistemi di assistenza all'avanguardia, la maneggevolezza eccezionale e la sicurezza. Allo stesso tempo, le nuove sospensioni, i programmi di guida DYNAMIC SELECT, la "G-Mode" e i tre blocchi al 100% del differenziale migliorano non solo il comfort di guida, ma anche l'agilità, su qualsiasi tipo di terreno.

Dal 1° settembre 2020, l'equipaggiamento standard per l'iconico fuoristrada è diventato ancora più ricco. Allo stesso tempo, vi sono anche maggiori possibilità di personalizzazione, disponibili attraverso il programma ‘G manufaktur’. Questo programma ha raccolto larghi consensi: attualmente, circa il 60% di tutti gli acquirenti della Classe G opta per una ulteriore personalizzazione. Nuovi colori esterni e pacchetti di accessori, nonché la strumentazione widescreen, che ora è di serie, completano l'offerta su questo esclusivo modello.

Dalla primavera 2020, clienti e fan hanno avuto la possibilità di esplorare le performance di Classe G su strada e in fuoristrada nel nuovo G-Class Experience Center vicino a Graz. Sul sito precedentemente utilizzato da Fliegerhorst Nittner, hanno oggi l'opportunità di testare a pieno l'enorme potenziale del di Classe G, affinare le abilità di guida su terreni a volte estremi e sperimentare in prima persona cosa significa il timbro di qualità ‘Schöckl proved’. La montagna di Graz, lo Schöckl, ospita, infatti, la leggendaria pista di prova su cui la Classe G deve dimostrare il suo valore durante la fase di sviluppo.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mercedesclasse gproduzione
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali



    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.