A- A+
Home
Pacco sospetto a casa di Bonaccini: identificati e denunciati due uomini

Quando Stefano Bonaccini, presidente della regione Emilia-Romagna, nella giornata di ieri (5 aprile) si è visto recapitare un pacco sospetto con la scritta "Frode Covid", ha subito chiamato i Carabinieri affinchè venissero a controllare l'effettiva pericolosità dello stesso. Ieri pomeriggio infatti due uomini si sono presentati davanti all'abitazione nel modenese del Governatore e subito si è temuto il peggio. Intervenute immediatamente sul posto, le forze dell'ordine si sono accertate che il contenuto del pacco non fosse pericoloso: al suo interno c'erano cartacce e pannolini sporchi.

ICarabinieri del reparto operativo di Modena, in collaborazione con la Digos, stano indagando i due uomini per il reato di molestia aggravata, visto che i fatti non sono ricollegabili a contesti di carattere violento. I due sono stati identificati dai carabinieri anche attraverso un video che loro stessi hanno reso pubblico e, a quanto si apprende, si tratterebbe di persone molto attive sul fronte della lotta alle normative restrittive anti-Covid. Infatti, oltre alla scritta "Frode Covid", sul pacco vi era indicato 'Mittente: o.s.s., bimbi, famiglie, aziende, popolo italiano (rispettoso della costituzione)'.

Pacco sospetto a casa di Bonaccini: solidarietà bipartisan

Appena è emersa la notizia il presidente della regione Emilia-Romagna ha ricevuto parole di supporto da numerosi esponenti politici, indipendentemente dal partito di appartenenza.

"Solidarietà e vicinanza a Stefano Bonaccini. Sono intimidazioni che indignano e che vanno rigettate e condannate con forza", queste le parole  del governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga (Lega)

Si è espressa in supporto a Bonaccini anche la Presidente della Provincia di Piacenza Patrizia Barbieri (Indipendente): “Anche a nome delle Amministrazioni che rappresento e della comunità piacentina, esprimo al Presidente Bonaccini la massima solidarietà e il pieno sostegno, condannando il vile gesto che ha violato la sfera privata e la sicurezza sua e della sua famiglia”.

"Vicinanza e solidarietà a Stefano Bonaccini. Chi alza la tensione e mette in dubbio quello che accade negli ospedali fa un pessimo servizio alla collettività. Grazie alla scienza e alle vaccinazioni abbiamo tutta la possibilità di uscire dalla pandemia, andiamo avanti", questo il tweet del sindaco di Bologna Virginio Merola (Pd).

Commenti
    Tags:
    bonaccinipacco bonaccinibonaccini pacco no vax
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Torna il Signore degli anelli Stavolta sarà una serie su Amazon

    Spettacoli

    Torna il Signore degli anelli
    Stavolta sarà una serie su Amazon

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, ancora maltempo sull'Italia: in arrivo piogge, freddo e temporali

    Meteo, ancora maltempo sull'Italia: in arrivo piogge, freddo e temporali


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot 508 Sport Engineered, ruggito e sostenibilità in un’unica auto

    Peugeot 508 Sport Engineered, ruggito e sostenibilità in un’unica auto


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Coffee Break

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.