A- A+
Politica
Governo umilia e ignora vedove e vedovi con bambini. Indifferenza totale

Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani al Senato

Assegno unico, niente da fare l'anno si chiude e la discriminazione per vedove/vedovi (e non solo) resta. La politica ora pensa a festeggiare Capodanno


Il Parlamento ha concluso i lavori per il 2022, tutti in ferie a stappare spumante e a mangiare cotechino.

Peccato che il governo Meloni di Centrodestra, così come il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle, non hanno fatto nulla (zero totale) per sanare la gravissima discriminazione nell'assegno unico verso le famiglie monogenitoriali, vedove e vedovi con figli (anche piccoli) in testa, ma non solo. Solo Azione-Italia Viva ha provato durante l'esame della manovra a riparare al danno fatto dal governo Draghi.

Per il governo Meloni e per il Centrodestra italiano è normale che ai bambini e ai ragazzi senza un genitore, papà o mamma, siano stati tolti 30 euro al mese perché l'altro genitore non lavora. Per forza, è morto!

Niente da fare. Governo e opposizione sapevano da ottobre di questa anomalia ma non hanno voluto e saputo fare niente.

C'è tempo per rimediare nel 2023, vedremo. Ma il 2022 si chiude all'insegna della profonda delusione nei confronti della politica da parte di un milione circa di famiglie monogenitoriali, spesso dimenticate e abbandonate dalla politica.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
assegno unico 2023assegno unico manovra governoassegno unico vedove vedovi





in evidenza
Il "Gioco dell'oca" diventa leghista C'è la casella Stop utero in affitto

Europee/ L'idea di Lancini

Il "Gioco dell'oca" diventa leghista
C'è la casella Stop utero in affitto


in vetrina
Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


motori
Punti ricarica auto elettriche, crescono del 31,5% nel primo trimestre

Punti ricarica auto elettriche, crescono del 31,5% nel primo trimestre

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.