A- A+
Politica
Caso Cesa, Di Maio chiude all'Udc: "Indagati per mafia? Nessun dialogo"

Governo, Di Maio: mai M5s aprirà dialogo con indagati per mafia - "Mai il M5S potrà aprire un dialogo con soggetti condannati o indagati per mafia o reati gravi. È evidente che questo consolidamento del Governo non potrà dunque avvenire a scapito della questione morale, dei valori che abbiamo sempre difeso e che sono fondanti del progetto 5 Stelle. Tutto il nostro sostegno al presidente Giuseppe Conte". Lo scrive il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, su Facebook, sbarrando la strada alle trattative con l'Udc dopo le dimissioni del segretario Lorenzo Cesa, indagato per associazione a delinquere nell'ambito di una operazione antimafia. "Ciò che andrebbe riconosciuto al Movimento (oltre ai provvedimenti portati a casa che durante questa pandemia si sono rivelati lungimiranti) è aver chiuso ogni spazio di manovra a chi credeva che la politica fosse un salvacondotto dai problemi giudiziari. Di fronte ad ogni più piccolo sospetto (di altri, ricorderete il caso Siri) abbiamo agito garantendo pulizia a tutto il sistema. Sono questi i principi che da sempre regolano ogni nostra iniziativa", sottolinea Di Maio. "Con la stessa forza con cui abbiamo preso decisioni forti in passato, ora mi sento di dire che mai il M5S potrà aprire un dialogo con soggetti condannati o indagati per mafia o reati gravi. È evidente che questo consolidamento del Governo non potrà dunque avvenire a scapito della questione morale, dei valori che abbiamo sempre difeso e che sono fondanti del progetto 5 Stelle. Tutto il nostro sostegno al presidente Giuseppe Conte", conclude.

Governo, Di Maio: allargamento maggioranza complicato e ambizioso - "In queste ore siamo al lavoro per un consolidamento della maggioranza, un processo complicato e ambizioso allo stesso tempo, perché il Paese ha bisogno di ricominciare a correre: le imprese devono lavorare, le famiglie hanno il diritto di poter pianificare il loro futuro". Lo scrive Luigi Di Maio (M5S) su Facebook.  "In queste ore drammatiche e difficili, con una crisi di governo in piena pandemia per colpa degli egoismi di qualcuno, il MoVimento 5 Stelle sta lavorando duramente per assicurare stabilità al Paese. Siamo stati e continuiamo ad essere il baricentro del Governo. Per anni abbiamo sentito parlare di un ritorno al bipolarismo, ma se c'è qualcuno che nei momenti più bui ha tenuto in piedi l'Italia è stato proprio il Movimento 5 Stelle", sottolinea Di Maio. "Quelle forze politiche che per anni si sono riempite la bocca con la necessità di assicurare solidità economica e sviluppo sociale si sono infatti dimostrate poi le più egoiste: vedi Matteo Salvini, vedi Matteo Renzi. La forza del Movimento - con tutti i nostri difetti, per carità - ha garantito a questo Paese stabilità nei momenti più difficili, come quando rischiavamo l'aumento dell'IVA nell'estate 2019 durante la crisi del Papeete", osserva.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    governo di maio udclorenzo cesalorenzo cesa udcluigi di maio
    in evidenza
    Hunziker-Trussardi: è finita “Dopo 10 anni ci separiamo”

    Spettacoli

    Hunziker-Trussardi: è finita
    “Dopo 10 anni ci separiamo”

    i più visti
    in vetrina
    Belen e Stefano insieme dopo la rottura con Antonino: è ufficiale

    Belen e Stefano insieme dopo la rottura con Antonino: è ufficiale


    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot 208, novità importanti per rimanere leader del mercato

    Peugeot 208, novità importanti per rimanere leader del mercato


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.