A- A+
Politica
Doppia preferenza, ok del Cdm al dl. Commissario per la parità di genere

 

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto sull'adeguamento del sistema elettorale nella Regione Puglia alla doppia preferenza di genere.
"Per la prima volta,il Cdm attiva i poteri sostitutivi su un principio essenziale: affermare la parità di genere nella legge elettorale della Regione Puglia. Un passo avanti nella lotta alle disuguaglianze e nella promozione dei diritti costituzionali. Continuiamo in ciò che è giusto". Lo scrive su Twitter il ministro Giuseppe Provenzano.
Il governo nomina un commissario straordinario con la funzione di provvedere "agli adempimenti strettamente conseguenti" per l'attuazione del decreto sulla doppia preferenza di genere nelle Regionali in Puglia. E' quanto prevede il testo del provvedimento varato nel Consiglio dei ministri. Per il ruolo di commissario e' stato individuato il prefetto di Bari, Antonia Bellomo.

INSORGE IL CENTRODESTRA/ Puglia, comunicato congiunto di Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni - "In Puglia si sta giocando con le istituzioni, piegandole ad interessi di una parte politica. Per responsabilità del presidente uscente, il consiglio dei ministri si è preso la responsabilità di scrivere un provvedimento che rischia di compromettere il libero esercizio del voto in Puglia e rappresenta una gravissima ingerenza politico-elettorale. Il rischio evidente  e’ quello di creare un precedente pericolosissimo ed un incidente istituzionale finalizzato a far saltare  le elezioni. Chiediamo che su questa situazione vigili  il Presidente della Repubblica. Il centrodestra ha già comunicato più volte che e’ disponibile subito a votare in Consiglio Regionale il testo di legge che prevede la preferenza di genere. L’altra notte è mancato il numero legale in aula perché la maggioranza ha abbandonato. Noi ci siamo, nel rispetto delle regole. Si convochi il Consiglio e si metta fine a questa farsa. Non accetteremo in alcun modo ulteriori forzature e chiediamo che vengano salvaguardate la libertà e l’autonomia della Puglia".

Doppia preferenza Puglia: Scalfarotto, disastro di Emiliano - "Il governo per la prima volta nella storia si sostituisce ad una Regione" sul tema della legge elettorale e della doppia preferenza di genere, "uno schiaffo istituzionale e un disastro politico". Lo ha detto a Bari Ivan Scalfarotto, candidato di Italia Viva alle prossime Regionali pugliesi e sostenuto anche da Azione e +Europa, commentando la notizia della riunione del Cdm per la questione della mancata approvazione da parte del Consiglio regionale pugliese della doppia preferenza di genere. "La cosa piu' grave e' che il presidente della Regione ha anche auspicato questo intervento del governo, ammettendo di non essere stato capace. La maggioranza aveva i numeri per fare la legge negli ultimi 5 anni, ma ha aspettato l'ultimo consiglio e l'ultimo minuto. Hanno fatto fare il lavoro sporco al centrodestra, ma e' chiaro che Emiliano rivuole candidare i suoi uomini. Serve cambiamento immediato, che noi rappresentiamo".

Loading...
Commenti
    Tags:
    cdm decreto parità di genere
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan lancia X-Trail Salomon in esclusiva per il mercato italiano

    Nissan lancia X-Trail Salomon in esclusiva per il mercato italiano


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.