A- A+
Politica
Europee/ Schlein si prende il Sud: Pd primo partito. Ora trema l'autonomia
Elly Schlein

Elezioni europee, boom del Pd. Schlein: "Giorgia stiamo arrivando" 

La distanza tra Giorgia Meloni e noi "si è accorciata", al Sud ci confermiamo "primo partito" e questo è un chiaro messaggio di stop al governo sull'autonomia differenziata. Così la segretaria dem Elly Schlein  ha commentato con soddisfazione i risultati elettorali di queste Europee. "Una bella giornata per il Pd, ringrazio elettori ed elettrici, a chi ci ha dato fiducia per la prima volta, chi è tornato a darci fiducia, ringrazio tutti i candidati e le candidate, militanti, dirigenti, amministratori e amministratrici, è stato un grande lavoro di squadra. Un risultato straordinario. Il messaggio è chiaro, Giorgia Meloni stiamo arrivando", ha detto la segretaria dem in conferenza stampa al Nazareno. 

Venendo ai numeri ha sottolineato: "Il Pd che è il partito cresciuto di più dalle politiche, 10 punti dai sondaggi dall'inizio dello scorso anno, 2 in più dalle europee del 2019, 7 punti in più al sud rispetto alle europee. La distanza da Fdi si è assottigliata, da 2 milioni a un milione di voti".  E sul Sud ha insistito: "Siamo il primo partito al Sud, un dato che ci attribuisce una grande responsabilità. Un voto del sud che rappresenta un messaggio chiaro: il governo deve fermarsi sull'autonomia differenziata che spacca il Paese".

LEGGI ANCHE: Europee, Meloni si rafforza ma rischia l'isolamento in Ue. Punterà su Draghi?

"Lavoriamo in modo testa testardamente unitario per costruire l'alternativa alle destre, il voto delle forze di opposizione supera quelle delle forze di maggioranza al governo. Noi, come perno indiscusso, sentiamo all'alternativa la responsabilità di costruire l'alternativa a queste destre", ha detto ancora la segretaria dem. In Ue "non c'è una maggioranza possibile senza il gruppo socialista e democratico nel Parlamento europeo, abbiamo intenzione di far sentire tutto il nostro peso. Le destre nazionaliste non avranno i numeri per costruire un'alternativa".

"Il Pd è più vivo che mai e l'alternativa alla destra è più credibile. Il nostro lavoro è organizzare la speranza, non intendo fare mezza polemica con le altre forze di opposizione, dico che quando sono arrivata i rapporti di forza erano altri, oggi siamo per distacco la prima forza di opposizione, per questo sentiamo la responsabilità della costruzione dell'alternativa. Continueremo a lavorare testardamente unitari", ha ribadito Schlein. "Non ho ancora sentito Conte, lo sentirò presto". Poi, parlando anche delle forze di centro, "Il tempo dei veti è finito, non ne abbiamo fatti ma non vogliamo subirli". 

Invece la telefonata è già avvenuta. "Ci siamo sentite" con Giorgia Meloni per "complimentarci del risultato reciproco. E' vero che sono cresciuti in termini percentuali ma non in termini assoluti. Non li abbiamo fermati, ma di certo li abbiamo rallentati. Le europee di solito rafforzano chi è al governo, ma la soglia del 30% non è arrivata e noi abbiamo superato il 20%". L

Infine capitolo sugli esteri. "La guerra rafforza la paura degli europei, che è la benzina che hanno scelto le destre nazionaliste in Europa. Noi che portiamo avanti la speranza di un futuro di pace continueremo ad essere uniti sull'obiettivo, costruire le condizioni di una pace giusta in Ucraina e in Medio Oriente. Quale ruolo deve avere l'Ue? Deve avere una voce forte in politica estera. Rischiamo di essere afoni. Senza mai aver messo in discussione il supporto a un popolo che ha subito una invasione criminale". 






in evidenza
Fini-Tulliani, il matrimonio è finito: tutta colpa della casa di Montecarlo. Rumor

L'accusa di tradimento è stata la mazzata finale

Fini-Tulliani, il matrimonio è finito: tutta colpa della casa di Montecarlo. Rumor


in vetrina
Il miele italiano sta scomparendo: il clima pazzo manda in crisi le api

Il miele italiano sta scomparendo: il clima pazzo manda in crisi le api


motori
La nuova CUPRA Formentor: l’evoluzione del successo nel segmento SUV coupé

La nuova CUPRA Formentor: l’evoluzione del successo nel segmento SUV coupé

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.