A- A+
Politica
Lista proscrizione, ira Gabrielli. Documento desecretato dai Servizi

Il Bollettino riguarda "un'analisi del fenomeno basata unicamente su fonti aperte e non contiene, considerata la fisiologica diffusione, alcun elemento proveniente da attività di intelligence"

“Le opinioni sono rispettate sempre, cosa diversa sono le fake news e la loro orchestrazione che, qualora accertata, potrebbe essere oggetto di un’attività di altro tipo”. Franco Gabrielli partecipa alla in conferenza stampa da remoto perché ha sil Covid. Nonostante la positività, però, il sottosegretario a palazzo Chigi con delega alla sicurezza della Repubblica ha dovuto rispondere alle domande dei giornalisti per provare a spegnere le polemiche nate dalla pubblicazione sul Corriere della Sera di una lista di presunti “putiniani” che sarebbero stati oggetto di un report dei servizi commissionato dal Copasir. Mercoledì il presidente dell’organo parlamentare, Adolfo Urso, aveva precisato che a realizzare il documento era stato “un tavolo interministeriale” con la partecipazione dell’Agcom, soltanto coordinato dall’intelligence.

Stamani Gabrielli ha annunciato che il documento – classificato come “riservato” – sarebbe stato desecretato. In questo modo si è scoperto che in 7 pagine di rapporto non compare quasi nessuno dei nomi pubblicati dal quotidiano di via Solferino, tranne quello di Alberto Fazoli, il giornalista freelance che era andato combattere in Donbass. Secondo Gabrielli, dunque, quel documento non è dossieraggio ma un semplice monitoraggio da fonti aperte: “L’attività dell’informativa non ha nulla a che vedere con l’intelligence, nulla che possa essere schedatura, dossieraggio, di persone”. Qualcuno, però, quel documento classificato come riservato l’ha comunque passato al Corriere: il fatto che ora sia stato declassificato vuol dire non ci sarà alcuna indagine sulla violazione del segreto? “Il documento è arrivato nella mani dei giornalisti non perché sceso dal cielo, è stato editato il 3 giugno, le stesse tempistiche fanno pensare che ci sia stata una mano solerte. Il fatto stesso che un documento classificato che doveva rimanere nell’ambito della disponibilità dei relatori è stato diffuso è una cosa gravissima. E nulla rimarrà impunito. Lo dobbiamo al Paese e alla credibilità di un comparto. Dovremo dare adeguate risposte”, ha spiegato Gabrielli.

Viste le polemiche generate una riflessione andrebbe aperta anche sul lavoro svolto dal tavolo per il quale è stato prodotto il dossier? “Sicuramente questa vicenda ci impone delle riflessioni, perché se poi il risultato ipoteticamente positivo ha un prezzo così alto”, ha detto Gabrielli rispondendo a una domanda del Fatto Quotidiano. “Ma un conto è un monitoraggio, un conto interpretazioni che possono derivarne. È prevalente che i cittadini sappiano che in Italia non c’è nessun grande fratello, e che nessuno tantomeno il governo ha oggetto di investigare sulle opinioni delle persone, per la massima trasparenza abbiamo deciso di declassificare questo bollettino. Non ci sono alcune finalità. Peraltro è una classifica molto bassa, il riservato è la prima delle classificazioni”. Da dove provengono dunque i nomi contenuti nell’articolo del Corriere? Sono per caso sotto indagine da parte dell’intelligence? “Non ci sono giornalisti nè politic” tra le persone monitorate dall’intelligence: l’ho detto anche in occasione del viaggio di Salvini in Russia – ha risposto Gabrielli – Ciò non ricade nell’attività oggetto dei nostri servizi. Ecco perchè mi ha dato particolarmente fastidio che sul giornale si insinuasse il sospetto che un parlamentare, Vito Petrocelli, fosse oggetto di monitoraggio”.

dis 1

dis 2

dis 3

dis 4

dis 5

dis 6

dis 7
 

Leggi anche: 

Il passaggio obbligato all’auto elettrica sarà un salasso per le nostre tasche

"Berlusconi premier dopo il voto". La proposta di Tajani. Che cosa ne pensi?

Centrodestra, Berlusconi in campo per stoppare Meloni. Inside

Rcs, vacilla la tattica di Sergio Erede. E ora si apre la partita di New York

L’Inter vuole il Milan a Sesto, ma rischia di accollarsi l’affitto di S. Siro

"Conte pagliaccio". Il leader M5S faccia a faccia col cittadino che lo insulta. VIDEO

Intesa Sanpaolo e Coldiretti: accordo da € 3mld per l’agricoltura

Gruppo Hera occupa i primi posti per qualità del servizio idrico

Philip Morris Italia, al via la campagna di sensibilizzazione #CAMBIAGESTO

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    gabrielli lista filo putin





    in evidenza
    Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

    Carlo Conti a Sanremo

    Elodie-Annalisa per reggere l'urto del post-Amadeus. E poi...

    
    in vetrina
    Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna

    Immobiliare, la battaglia degli spot: Sherlock e Watson sfidano la nonna


    motori
    Software République svela il Concept “U1st Vision”, per i servizi di mobilità

    Software République svela il Concept “U1st Vision”, per i servizi di mobilità

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.