A- A+
Politica
Giustizia, i magistrati (Anm) contro Renzi: "Riforme timide e incoerenti"

"Timidezza riformatrice", "incoerenza", "scelte di compromesso nascoste dietro interventi deboli che troppo spesso hanno caratterizzato le decisioni adottate dalla politica". E' quanto ha sottolineato il presidente dell'Anm, Rodolfo Sabelli, aprendo i lavori del Comitato direttivo del sindacato delle toghe, in riferimento alle riforme e al dibattito politico. 

Il leader dell'associazione magistrati ha ricordato, in particolare, "il travagliato iter di approvazione dei disegni di legge su corruzione e prescrizione che segnano interventi innovativi ma anche segnali di arretramento, con il dibattito pubblico che insiste meno sull'azione di contrasto e più sulla riforma delle intercettazioni. L'interesse verso al questione morale all'interno delle istituzioni pubbliche - ha aggiunto Sabelli - si affievolisce e si accresce una timidezza che limita gli effetti delle riforme e riduce l'impegno nel rafforzamento degli strumenti di contrasto alla corruzione". 

L'Anm, ha dunque rilevato, "non può esimersi dall'intervenire e dall'elaborare proposte che suggeriscano soluzioni ragionevoli" perchè si tratta di "temi che toccano la qualità e l'efficacia della giustizia e le condizioni del suo esercizio, il nostro stato giuridico - ha concluso Sabelli - e le nostre prerogative". 

Tags:
magistratisabellianm

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.