A- A+
Politica
Governo M5S-Lega. Tutto il mondo guarda l’Italia conferma Steve Bannon

 

'Il mondo intero sta guardando l’Italia’ dice a Maria Latella l’ex stratega di Trump, Steve Bannon, ora osservatore politico, in Italia a Roma, forse anche per un incontro con Matteo Salvini.

 

'Salvini e Di Maio hanno dimostrato tanta energia e determinazione e da osservatore-sostiene Bannon-avevo previsto questa alleanza. Un'alleanza che potrebbe portare ad un Governo pieno di forza in grado di far crescere l’economia italiana. Il prof Conte ( intelligente nel dichiararsi difensore degli italiani), Salvini e Di Maio devono fidarsi del loro giudizio ed andare avanti dritto’.

Governo M5S-Lega. Devono andare diritto.

E poi Bannon, a riguardo della scelta pendente di Paolo Savona al Ministero dell'Economia sostiene che’ bisogna insistere sul prof. Savona che ha le idee chiare, non le manda a dire e potrà far sentire in Europa la voce dell’Italia’.

 

 

A riguardo del voto italiano l’ex uomo del presidente americano ha sostenuto 'che gli italiani hanno chiesto a gran voce ( quasi il 70%) di voler provare qualcosa di diverso. I mercati finanziari reagiscono proprio perché avvertono la diversità. Ma i cittadini italiani erano stanchi del potere dell ‘ establishment. Il nuovo Governo sembra avere idee chiare e deve andare avanti. Il potere è a Bruxelles e cercherà di fermare in tutti modi il cambiamento’.

Governo M5S-Lega. Abituarsi ad essere attaccati dai poteri forti

Anzi il consiglio di Steve Bannon ai nuovi leader italiani è di essere pronti ‘ ad essere attaccati ogni 

giorno soprattutto dai giornali, come Economist, Financial Times e New York Times, niente altro che i bracci armati delle elite. Elite che quando si sentono minacciate si chiudono a riccio e cercano di difendersi con tutti i mezzi. Brexit e Trump sono stati i due recenti momenti scatenanti di questa nuova tendenza di ricerca della sovranità da parte dei popoli’.

 

Bannon ha poi confermato che 'questo Governo non vuole certo uscire dall’Europa, ma gli italiani vogliono riprendersi la loro sovranità, che è un aspetto fondamentale’.

 

Da ultimo l’imprenditore sessantaquattrenne americano ha evidenziato come 'anche Trump sia sempre stato ridicolizzato ed attaccato da tutti i giornali mentre i sondaggi continuavano a dargli ragione. E così per la vicenda legata al Russiagate’.

‘Anche da voi si paventano le infiltrazioni sovietiche nel voto. E’ un ossessione che pervade anche i democratici americani che sognano, senza speranza, l’impeachment del Presidente’

 

E a questo proposito, in conclusione, Steve Bannon ha evidenziato come, a suo parere, ‘ la Russia deve essere sempre più’ integrata con l’Europa e non lasciata da parte’.

 

Un concetto che Matteo Salvini ha chiaro da tempo.

 

 

 

 

 

 

 

Tags:
steve bannon stratega trumogiuseppe conte premiersalvinidi maio
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.