A- A+
Politica
Il corto circuito degli italiani tra la politica e le televisioni trash
(fonte Lapresse)

Gli italiani, in questo anno orribile, sono le vere vittime di una politica non all'altezza del compito e di una parte di media che certo non stanno facendo onore alla dignità della stampa.

Ogni minuto sono i poveri italiani sono “tirati per la giacchetta” (loro si non il presidente Mattarella), dalle forze politiche che per giustificare le loro incapacità, le loro responsabilità e la loro incrollabile volontà di rimanere attaccati alle poltrone affermano senza pudore che “sti poveri italiani” non capiscono la crisi, rischiano di non avere più ristori e magari possono persino ammalarsi di più se solo pensano di desiderare un democratico diritto di voto. Lo dicono i sondaggi che ogni giorno ci presentate, sondaggi adattati e orientati su quello che qualcuno amerebbe fosse la realtà.

No cari politici purtroppo gli italiani hanno capito bene il perchè di questa crisi. Certo non sono stati capaci di dire di essere stufi ma ci ha pensato una volontà suprema, che ha sparigliato le carte della politica in una maniera insolita ed imprevista,  e sta cercando di liberare il Paese da tanta improvvisazione. Il Paese è stato economicamente affondato e dal punto di vista sanitario non è andato meglio avendo fatto registrare numeri di vittime altissimi.

Avete chiuso gli italiani in casa per mesi, avete raccontato tutto e il contrario di tutto dando le responsabilità delle azioni agli scienziati della sanità, incapaci loro davvero si di capire quanto le loro decisioni potessero influire sulla catastrofe economica dell’Italia.

Avete raccontato loro che sarebbero stati sommersi dai vaccini e adesso che una parte di questi ritarda non sapete dire altro che “faremo una causa” alle farmaceutiche?. Ma non potevate pensare di rivolgervi anche da altre parti? Russia e Cina non hanno sistemi sanitari da terzo mondo e la ricerca non è da meno di quella americana o europea, ma voi no avanti nell’attesa di un vaccino europeo che nemmeno siete stati capaci di fare approvare in tempo dalle nostre agenzie del farmaco. In fondo non siete nemmeno stati del tutto capaci di vaccinarci contro l’influenza, possiamo immaginare le difficoltà per la vaccinazione contro il Covid-19.

Basta, una buona parte degli italiani, forse non vi vuole più vedere. Sono molti quelli che appena vedono alla sera la pochette bianca parlare a reti unificate si toccano, rispettosamente, gli zebedei e si chiedono perchè la settima potenza industriale del mondo debba essere guidata da un Governo così debole. Rispetto umano per tutti  i partecipanti di questo Governo e rispetto per la loro buona volontà ma una soglia minima di competenza ed esperienza bisognerebbe averla per sedersi in Parlamento e rappresentare un grande paese come l’Italia. Non basta essere stati votati sulla piattaforma Rousseau da poche persone per avere il diritto di sedersi in posizioni che hanno visto ben altre figure.

Poveri italiani bullizzati  e terrorizzati fin dall’inizio della pandemia da giornali e televisioni “taglia e incolla”. Non è passato un giorno da un anno a questa parte senza che le poche notizie positive non venissero cancellate da tonnellata di interviste di porta iella, da numeri di morti in crescita, di servizi su terapie intensive, su drammi familiari, su chiusure di zone rosse e di ristori che avrebbero dovuto arrivare ma chissà perchè hanno avuto ritardi di mesi.

Nessuno dice che l’anno che abbiamo passato sia stato un anno facile ma certo che è stato gestito da chi era al comando nella maniera peggiore. Non certo per cattiva volontà o malafede ma per un mancanza minima delle competenze necessarie a gestire responsabilità così forti. E’ difficile immaginare, e con tutto il rispetto, che personaggi con alle spalle oneste esperienze di lavoro basico potessero gestire enormi responsabilità. Ed infatti le criticità sono uscite velocemente sia sul fronte della sanità, su quello della scuola, dei trasporti  per finire con l’importante area della salute.

Un disastro su tutta la linea. Un disastro dove una buona parte di  media hanno messo del loro offuscando e terrorizzando le menti  degli italiani con una raffica di notizia da fine del mondo.

Si poteva fare diversamente? Forse si, forse no. Un esempio dagli Stati Uniti. Il paese ha gestito male, per colpa di un ex presidente irresponsabile, la pandemia ma ha mantenuto una comunicazione più seria ed onesta. Nella App più seguita del paese si poteva vedere, fino a fine anno l’andamento della pandemia nei diversi stati e città. Ogni giorno si potevano leggere numeri di contagiati, ricoverati e morti.

Adesso, da inizio d’anno, la app è cambiata e, tinta di colori verde speranza, informa non sui morti ma sui numeri delle persone vaccinate giorno dopo giorno. Senza commenti ma con numeri chiari e condivisibili da tutti.

Certo non ci sono le viole o le margherite che abbiamo noi ma almeno i  numeri dei vaccinati crescono ogni giorno ed esprimono efficienza e tanta, tanta speranza.

 

   

Commenti
    Tags:
    politicagovernoitalianimedia
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Salvini pranza con Francesca "Prendo carne cruda". VIDEO

    Dolce vita romana

    Salvini pranza con Francesca
    "Prendo carne cruda". VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    Meteo marzo choc: tornano NEVE in pianura e gelo. COLPO CRUDO DI...

    Meteo marzo choc: tornano NEVE in pianura e gelo. COLPO CRUDO DI...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up

    Nuovo Jeep Gladiator: il ritorno nel segmento dei pick-up


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.