A- A+
Politica
Lega, la base contro Salvini per il benvenuto ai senatori M5s: "Si dimettano"

“Non mi piacciono i cambi di casacca, se non ti trovi più con il tuo partito per il quale il cittadino ti ha votato, esci dalla politica e torni a casa”, è di un paio di ore fa uno degli ultimi commenti in ordine di tempo. Gabriella scrive sotto il post Facebook con cui Matteo Salvini dà il benvenuto nella Lega ai tre, ormai ex, senatori M5S. “Diamo il benvenuto nella grande famiglia della Lega ai senatori Ugo Grassi, Francesco Urraro e Stefano Lucidi che sul Mes e su tanto altro sono rimasti coerenti con i propri ideali, rinnegati e traditi dai 5Stelle ormai a rimorchio del Pd.

#StopMes e avanti tutta!", recita il post di Salvini, ma i seguaci del Capitano non sembrano così benevoli e anche a distanza di qualche ora dai nuovi arrivi, non digeriscono il triplete pentastellato esibito dal Carroccio. E fioccano i commenti: “Questi sono passati alla Lega solo per interesse personale”, dice Fabio. “Hanno fatto un terno al lotto. Non devono restituire più niente agli italiani. Incassano tutto nelle loro tasche. Come te. Complimenti”, Stefano si rivolge direttamente a Salvini. “Per essere coerenti, sarebbero dovuti andare nel gruppo misto. Anche tu Salvini, NON sei un sovranista. Sei un europeista travestito. E comunque le tue abilità politiche le hai già dimostrate ad agosto”,  rilancia, senza mezzi termini, Giorgio. Tra i tantissimi commenti stizziti, anche quello di Ombretta: “Queste persone se non si riconoscono più nel partito di iscrizione dovrebbero dimettersi. Le persone che li hanno votati non appartengono alla Lega. È inammissibile che gli sia consentito”. “Non mi sono mai piaciuti i voltagabbana, avrebbero dovuto dimettersi per coerenza”, conclude lapidario Aurelio. Insomma sembra che, da una parte, l'inedito senso di accoglienza del Capitano non sia granché apprezzato dai suoi, mentre dall'altra è unanime il coro di quanti sono convinti che la vera scelta coerente per i senatori M5S sarebbe stata quella delle dimissioni.

M5S: SALVINI"SE PARLAMENTARI MOLLANO GOVERNO PER OPPOSIZIONE RISPETTO"

"Se ci sono parlamentari, sindaci e consiglieri regionali che nel nome della dignita' e della coerenza mollano una comoda poltrona di governo per andare all'opposizione io do loro il massimo rispetto, non lo fanno sicuramente per soldi e per convenienza personale". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini nel corso del suo discorso al No Tax Day organizzato nella sede della Camera di Commercio di Milano, commentando le frasi del leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio, che aveva definito "mercato delle vacche" il passaggio di tre senatori del suo partito nel gruppo del Carroccio.

Loading...
Commenti
    Tags:
    legasalvinim5s
    Loading...
    in evidenza
    Messico 1970, la partita del secolo Quando l'Italia attaccò e vinse

    Il rigoletto

    Messico 1970, la partita del secolo
    Quando l'Italia attaccò e vinse

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo: da lunedì nuova fiammata africana, punte massime fino a 38°C

    Previsioni meteo: da lunedì nuova fiammata africana, punte massime fino a 38°C


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Kia, a settembre svela la nuova gamma Stonic

    Kia, a settembre svela la nuova gamma Stonic


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.