A- A+
Politica
M5S, Dibba: "Confronto pronto con Conte, ma resta il mio no al governo Draghi"

Alessandro Di Battista, ex M5S, in un lungo post su Facebook torna a ricordare le motivazioni del suo addio al Movimento, commentando con lucidità le parole rilasciate dall'ex premier Giuseppe Conte in un'intervista al Corriere della Sera: "Ti ringrazio Giuseppe Conte per le belle parole che mi hai dedicato oggi sul Corriere. Sono un uomo leale come dici e come sai. Ti sono stato leale quando occorreva andare fino in fondo con la linea che il Movimento aveva scelto, fino in fondo significa fino in fondo a casa mia. E ti sono leale adesso e questo, in politica, significa dire pubblicamente quel che si pensa intimamente. Fino a che il Movimento sosterrà questo governo io starò sempre dall'altra parte della barricata". Ma rimarca l'ex M5S citando il V canto dell'Inferno di Dante: "Per confronti politici leali e franchi per te ci sarò sempre anche perché non dimentico chi e perché ti ha buttato giù 'e 'l modo ancor m'offende''". 

Restare "dall'altra parte della barricata" finché Draghi sarà alla guida dell'esecutivo, perchè "credo nella piccola e media impresa, e il governo di oggi è a trazione Confindustria", scrive Di Battista. "Non ho mai sostenuto l'alleanza strutturale con il Pd non per fantomatiche nostalgie salviniane (figuriamoci, Salvini, ancor di più oggi, con la richiesta di modificare la legge sui pentiti - che a mio avviso è un regalo bello e buono alla mafia - è diventato, insieme a Renzi, il mio principale avversario) ma per ragioni politiche", continua l'ex M5S.

"Proprio ieri il segretario del PD Letta, che giorni fa è salito sul palco pro-Israele insieme a Salvini e Tajani (e ahimè anche un esponente del M5S), ha dichiarato: "Dobbiamo accogliere più migranti, serve manodopera". Ecco io credo che questa linea, la stessa di Confindustria tra l'altro, sia inconsapevolmente razzista. L'accoglienza interessata è l'altra faccia dello sfruttamento", sottolinea Di Battista. "Fino a che le parole d'ordine saranno accogliamo perché abbiamo bisogno di manodopera, perché li possiamo pagare meno degli italiani, perché ci pagano le pensioni' etc, etc non si affronteranno mai le cause strutturali che impoveriscono gli africani costringendoli alla fuga e che impediscono ai giovani italiani di costruirsi una vita dignitosa con famiglia annessa. Credo nell'ambientalismo vero e non in quello di facciata, o sporco, o diestablishment. Proprio oggi Il Fatto pubblica i dati forniti dal network Green recovery tracker sugli investimenti nella transizione ecologica nei recovery europei. In Italia solo il 18% della spesa sarà veramente green. In Germania il 38%, in Francia il 23%, in Spagna il 32%. Ma come, il M5S non ha deciso di sostenere il 'governo di tutti' per controllare il recovery e per piazzare la transizione ecologica? Come la si piazza, con le trivelle, con gli inceneritori, con il mini-nucleare? Con il ponte sullo Stretto?", afferma polemico Di Battista.

E ancora sul tema del conflitto di interessi in vista del Recovery, Di Battista ricorda: "Agli Stati Generali del Movimento insistetti sul tema delgi interessi. Conosco gli 'appetiti italici' purtroppo. Ebbene proprio ieri il Presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione ha dichiarato: 'preoccupano le scelte effettuate con l'ultimo decreto legge in tema di anticorruzione, proprio in un momento in cui massima dovrebbe essere l'attenzione verso la gestione trasparente delle risorse, anche per il rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata e delle mafie". 

"Credo nella lotta alla mafia e la si fa con l'intransigenza. Sganciandosi immediatamente da chi delegittima i pentiti, soprattutto quelli che parlano di ''papello'', ''trattativa Stato-mafia'' e ''frequentazioni'' di Berlusconi'', e da un partito fondato da un amico di Cosa nostra! Perché l'etica politica, per lo meno così mi ha insegnato Gianroberto, non è barattabile. Contrasto fermamente l'austerità che, celatamente, sta tornando. Sono convinto che ti abbiano fatto fuori anche perché hai effettuato sacrosanti scostamenti di bilancio per ristorare famiglie ed imprese. Scostamenti di bilancio spariti nell'era dei migliori, come se una volta vaccinati tutti torneranno magicamente i denari nei nostri conti correnti. Ebbene l'austerità non si può contrastare andando a braccetto con i suoi alfieri. Sostengo la causa palestinese e l'autodeterminazione dei popoli. Ciò che non fa praticamente nessuno nel governo di tutti", dichiara Di Battista. 

"Sono un illuso sognatore? Può darsi. Lo ero anche quando, nel 2008, in piccolo bar a Torrevecchia, un quartiere di Roma, insieme ad altri compagni di viaggio sognavamo di 'piazzare' un consigliere comunale a Roma. Dieci anni dopo, seguendo quelle 'utopie' prendemmo il 33% dei voti in Parlamento. In bocca al lupo Giuseppe. Sono in partenza, come sai sono appassionato di politica estera e di movimenti sociali ed in America Latina c'è fermento", conclude l'ex M5S. 

 

Commenti
    Tags:
    movimento cinque stelle di battistadi battista conte draghidi battista governo conte
    Loading...
    in evidenza
    Lato A e B: Raffaella, che bikini Il doppio punto di vista della Fico

    Wanda, giungla bollente. Foto

    Lato A e B: Raffaella, che bikini
    Il doppio punto di vista della Fico

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, quando fresco e temporali? Al Nord presto, ma al Centro-Sud...

    Meteo, quando fresco e temporali? Al Nord presto, ma al Centro-Sud...


    casa, immobiliare
    motori
    Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

    Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.