A- A+
Politica
M5S, Il Fatto: "Di Maio lascia la guida". Ma è una fake news

Sorpresa nell'entourage di Di Maio stamattina davanti all'apertura del Fatto Quotidiano, che parla di un imminente addio del ministro al suo ruolo di capo del Movimento Cinque Stelle. Come Affaritaliani.it ha potuto accertare la notizia è del tutto priva di fondamento e viene considerata una fake news. 

Nel Movimento Cinque Stelle si sta cercando di capire se sia una manovra interna o se provenga dall'esterno: di certo si tratta di un tentativo di destabilizzazione che nell'entourgae del ministro si ritiene provenire "come sempre dall'interno". 

I collaboratori che di buon mattino hanno chiesto che cosa ci fosse di vero nella notizia e come andasse gestita si sono sentiti rispondere battute paradossali su che cosa i giornalisti che hanno dato questa esclusiva si possano essere fumati. Una risposta ironica, ma anche definitiva, che tronca sul nascere ogni possibile credibilità della notizia. 

"Di Maio vicino a lasciare la guida dei Cinque Stelle". La notizia sul Fatto Quotidiano di oggi

Ma che cosa scrive Il Fatto Quotidiano nell'apertura di oggi? Secondo la testata diretta da Marco Travaglio, Luigi Di Maio potrebbe lasciare la carica di capo politico dei Cinque Stelle attorno al 20-21 di questo mese, appena eletti i nuovi facilitatori regionali del Movimento. Presto, insomma, forse prima del voto del 26 gennaio in Emilia-Romagna. Cioè prima della possibile, ennesima e preannunciata frana elettorale.  Il Fatto Quotidiano aggiunge poi che un 4-5 per cento nelle urne per il Movimento in Emilia-Romagna, dove i 5Stelle sono spettatori della sfida all’ultimo voto tra Pd e Lega, sarebbe una disfatta e per Di Maio inizierebbe il milionesimo processo politico.

Secondo il Fatto, Di Maio "è molto solo, con i gruppi parlamentari che continuano a perdere pezzi (ieri sono usciti altri due deputati, Massimiliano De Toma e Rachele Silvestri) e che non gli rispondono più, divisi in gruppetti, agitati da rancori vecchi e nuovi. E gli pesa moltissimo il confronto con due interlocutori obbligati. Quello con il garante e fondatore Beppe Grillo, che ha un’altra visione da lui su quasi tutto, tanto da avergli imposto il governo con il Pd. E soprattutto il rapporto con Giuseppe Conte, il presidente del Consiglio che gli deve sembrare un Moloch, e che di certo per lui è una pietra di paragone pesante come una montagna. Ma c’è anche altro, ci sono le fortissime pressioni dei maggiorenti, molti anche di governo, che vogliono le sue dimissioni. Un pressing che nelle ultime ore si è fatto bombardamento".

Loading...
Commenti
    Tags:
    luigi di maiodi maio addio m5sdi maio m5sdi maio lascia m5sdi maio lascia guida m5sdi maio lascia leader m5sm5s di maio crisim5s di maio flopm5s di maio lascia
    Loading...
    in evidenza
    Smart working, soft skills Ripensare il lavoro post-Covid

    Il rigoletto

    Smart working, soft skills
    Ripensare il lavoro post-Covid

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo: da lunedì nuova fiammata africana, punte massime fino a 38°C

    Previsioni meteo: da lunedì nuova fiammata africana, punte massime fino a 38°C


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen Berlingo, la soluzione ideale per le vacanze estive

    Citroen Berlingo, la soluzione ideale per le vacanze estive


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.