A- A+
Politica

 

nitto palmaNitto Palma

"E' l'inevitabile conseguenza di una sentenza ingiusta con la quale, in assenza di prove, si è giunti a una condanna irrevocabile nei confronti del presidente Berlusconi". Francesco Nitto Palma, presidente della commmissione Giustizia del Senato ed esponente di spicco del Pdl, intervistato da Affaritaliani.it commenta l'interdizione per due anni a Silvio Berlusconi.

"A mio avviso - spiega l'ex Guardasigilli - si pone adesso un ulteriore profilo di incostituzionalità del decreto Severino, il quale fissa, senza che ciò fosse previsto nella legge delega, il tetto minimo dell'incandidabilità a sei anni, anche nel caso in cui l'interdizione dai pubblici uffici dovesse essere di durata inferiore ad anni tre. Penso che il decreto Severino necessiti di un'ampia rivisitazione non potendosi davvero affermare, a tacere dell'eccesso di delega, che il tetto minimo dell'incadidabilità a sei anni, o quello maggiore dipendente da una interdizione ai pubblici uffici a 4 o 5 anni, non rappresenti in realtà l'esclusione dalla vita politica di un soggetto con indubbie conseguenze sui diritti di elettorato passivo riconosciuti dalla nostra Costituzione. Mi auguro - conclude Nitto Palma - che il presidente Berlusconi reagisca a questa ennesima ingiustizia e, forte della sua tempra e delle sue indubbie capacità, possa trovare un rinnovato impegno per portare il Centrodestra alla vittoria".

Alberto Maggi

Tags:
nitto palmaberlusconilegge severino
in evidenza
"Io e Massara senza contratto Poco rispettoso da Elliott..."

Milan, Maldini attacca

"Io e Massara senza contratto
Poco rispettoso da Elliott..."

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler

Scatti d'Affari
Design Week 2022: per la prima volta le creazioni del lighting designer Entler


casa, immobiliare
motori
Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze

Peugeot E-Rifter, il multispazio elettrico adatto a differenti esigenze


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.