A- A+
Palazzi & potere
Italiani: Giovani, carini e precari a vita

Dare un volto ai numeri è sempre un' operazione rischiosa, ed è quello che cerca di fare il centro studi della Cgia di Mestre che ieri ha diffuso una sorta di indetikit dei lavoratori precari in Italia e in Europa, scrive il Manifesto. I nostri sono giovani (15-34 anni), in maggior parte meridionali e lavorano soprattutto in settori come il turismo e l'agricoltura i contrattualizzati a tempo determinato, una delle tipologie di rapporto di lavoro che si sta diffondendo sempre più in Italia e su cui il governo giallo -verde vuole mettere mano con il decreto 87 del 12 luglio, ribattezzato «decreto dignità», che da domani sbarca in Senato per l' ultimo e periglioso passaggio prima della conversione in legge.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
italianiprecaricontratti a termine
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4

Renault e Mathieu Lehanneur presentano il concept-car della mitica R4


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.